POLITICA – Regione, stasera maggioranza convocata da Toma: molti i faccia a faccia

eventi tenuta santa cristina venafro
DR F35 Promozione
DR 5.0 Promozione
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Maggioranza con il fresco di fine estate. Stasera Toma dopo le vacanze di agosto ha riunito i consiglieri regionali di centrodestra presso la sede della Giunta in via Genova per ragionare anche sul futuro, sugli equilibri che dovranno mantenere il centrodestra, sui casi IorioMazzuto e soprattutto sul “chiasso” venuto fuori dopo le elezioni per il vertice della Provincia di Isernia.

Un faccia a faccia quello tra l’ex Governatore Iorio e l’attuale Toma dopo quanto riportato dalla stampa cartacea e televisiva che pongono certamente al centro dell’azione politica di palazzo D’Aimmo la questione Iorio molto fermo e chiaro nelle ultime ore nel confermare la sua convinzione di un metodo e di un esercizio politico troppo spostato su se stesso e personalistico e poco accorto a coinvolgere quanti hanno contribuito con il proprio consenso popolare alla vittoria del centrodestra.

Iorio continua a dire che la sua posizione non è certamente un contrasto di poltrona una barriera al governo Toma ma la ricerca di un dialogo che fin qui non c’è assolutamente stato e questo ha depotenziato, tra l’altro, a suo parere, l’assemblea consiliare soprattutto su certi temi importanti dove sicuramente il dialogo in maggioranza costituisce il punto di saldatura della stessa squadra che sorregge il presidente della Giunta. Toma molto accorto alle repliche su atteggiamenti così scottanti nelle ore passate ha ricordato che non opererà alcun cambiamento in Giunta e se mai si possa prospettare saranno i partiti a indicare le soluzioni di quest’ultimo.

Ovviamente ci sono in piedi in attesa di collocarsi in quota le posizioni di quanti erano pronti a entrare nella Lega posizioni al momento smorzati dall’uscita di Salvini dal Governo, dei Popolari per l’Italia messisi di traverso a Isernia nell’elezione di Ricci e per finire quella dell’assessore Mazzuto anche alla luce dei mutati assetti del Governo nazionale. Temi che potrebbero essere un antipasto indigesto per il Governatore alla vigilia di un autunno molto critico dove si sovrappongono vertenze difficili da ricomporre sul versante del lavoro, addirittura per quello che non c’è più trasformatosi in cassa integrazione, e della sanità dove oltre a non esserci una linea diretta una programmazione che sa dove vuole arrivare  e una minima collaborazione tra politica istituzionale regionale e Commissari, non esistono i presupposti di un progetto, seppure limitato rispetto al passato comunque già avviato malamente, e la definizione del diritto alla salute per tutti attraverso strutture configurabili sul territorio integrate tra di loro. Dai centri di base di assistenza all’offerta ospedaliera attrezzata per tutte le evenienze cliniche e specialistiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio
Maison Du Café Venafro
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
Maison Du Café Venafro
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: