VENAFRO – Soppressa la fermata Atm di Ceppagna, Ricci scrive a Toma e Niro: ripristinare subito il servizio

Alfredo Ricci presidente provincia isernia
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
DR F35 Promozione
pasta La Molisana
ristorante il monsignore venafro
DR 5.0 Promozione

CEPPAGNA – Sui “Disagi conseguenti alla soppressione della fermata di Ceppagna dei pullman di linea ATM”, il sindaco Alfredo Ricci ha scritto alla società, al presidente della Regione Toma e all’assessore Niro affinché facciano di tutto per riattivare il servizio.

“Ricevo continue segnalazioni da parte di numerosi cittadini circa i gravi disagi provocati all’utenza a seguito della soppressione della fermata di Ceppagna disposta improvvisamente da parte di ATM Molise – scrive Ricci -. Si tratta di una fermata a cui, da sempre, si rivolgono i numerosi cittadini residenti nelle frazioni del Comune di Venafro (Ceppagna, Vallecupa e Le Noci), principalmente studenti e lavoratori pendolari. È intuibile la grave situazione di disagio che si è conseguentemente determinata per i predetti utenti, tenuto conto che la fermata più vicina diventa quella di Venafro capoluogo, non raggiungibile a piedi sia in ragione della distanza (in media 7 km.) sia in quanto dovrebbe percorrersi la trafficatissima e pericolosa strada statale. Pertanto, ad oggi i cittadini-utenti sono costretti a trovare un passaggio per Venafro oppure a recarvisi con mezzi propri, con tutte le difficoltà che ne conseguono per potei e poi trovare un posto in cui lasciare la propria auto in sosta, tenuto conto che la fermata di Venafro è collocata al quadrivio in una zona trafficatissima e in cui vi è carenza di posti auto liberi; il che impone agli utenti di dovere anticipare di molto l’uscita di casa, onde potere scongiurare di arrivare materialmente alla fermata con ritardo rispetto al passaggio del pullman”.

“Di contro – aggiunge il sindaco di Venafro -, per gli studenti frequentanti le scuole superiori di Cassino, ancora non patentati, Tunica possibilità è quella di trovare un passaggio per e da Venafro, con tutte le difficoltà del caso, trattandosi di tratta che gli stessi percorrono quotidianamente. Oltre tutto, a quanto mi viene riferito, altre società di autolinea continuano a fermare a Ceppagna, il che smentisce la tesi secondo cui vi sarebbero impedimenti oggettivi o dipendenti da disposizioni di autorità superiori; e, tuttavia, dette società praticano orari non sempre compatibili con quelli di scuola e di lavoro”.

“Pertanto – si legge nella missiva di Ricci -, nel rappresentare quanto innanzi, chiedo che ATM Molise voglia ripristinare immediatamente la fermata di Ceppagna. A tal fine, la Regione Molise vorrà intervenire presso ATM Molise per patrocinare la presente richiesta e, comunque, per verificare, nell’ambito delle sue attribuzioni di legge, la legittimità della decisione assunta da ATM Molise di soppressione della fermata di Ceppagna; da ultimo, ove ATM Molise non dovesse ripristinare la predetta fermata di Ceppagna, la Regione Molise voglia valutare di autorizzare le altre società di autolinea che invece continuano a tenere tale fermata affinché possano organizzare ulteriori servizi in orari compatibili con quelli di lavoro e di scuola, se del caso anche revocando parzialmente le autorizzazioni concesse ad ATM Molise”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: