VENAFRO – Viabilità, Odg di Tedeschi “La bretella di Ceppagna non si può più rimandare”

traffico venafro bretella ceppagna
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro

VENAFRO –  Bretella di Ceppagna per la deviazione del traffico da e verso Roma, un’infrastruttura ormai diventata improcrastinabile che avrebbe dovuto essere realizzata già da decenni e sui cui la politica locale e regionale avrebbe dovuto fare il diavolo a quattro, le barricate per risolvere in qualche modo il problema dell’inquinamento del traffico e per una mobilità che sosterrebbe il turismo, accorcerebbe le percorrenze verso Roma e faciliterebbe un migliore sviluppo di tutta l’area venafrana.

Il consigliere regionale Antonio Tedeschi ha ripreso la problematica e ha presentato oggi un ordine del giorno in Consiglio regionale che a questo punto va “perseguitato” non diciamo neppure più seguito, perché tanta è l’urgenza di un pezzo di strada e poi la sua continuazione verso l’autostrada per tutto il Molise e per chi si sposta verso Roma e Napoli. E’ un pianto, arrivati a Venafro a pochi chilometri dal casello autostradale di San Vittore, e continuare a imbottigliarsi prima nel centro urbano per poi immettersi sulla intasatissima Casilina, un tour de force pericoloso e insidiosissimo che dura oltre mezz’ora per pochissimi chilometri e che certamente avrebbe dovuto trovare un’alternativa adeguata e degna di una viabilità regionale in un punto strategico della regione, in una parte di Molise che conduce verso la Capitale e quindi verso il Sud dell’Italia.

antonio tedeschi

L’odg di Tedeschi firmato anche da Scarabeo, D’Egidio e Nicola Romagnuolo ha come oggetto questo tema e preoccupazioni prendendo la denominazione: “Viabilità. Chiarimenti in merito alla realizzazione di una infrastruttura volta a deviare il traffico dal centro urbano di Venafro da e verso Roma”.

“Un atto necessario”-  commenta il primo firmatario, per tentare di fare chiarezza sulle reali intenzioni di Anas e Governo centrale in merito alla ormai annosa vicenda legata alla cosiddetta Bretella di Ceppagna. Una infrastruttura di cui il territorio ha bisogno e per la realizzazione della quale esiste un progetto definitivo le cui spese di progettazione, per un valore di 350 mila euro, sono già state liquidate. Parliamo di un’opera – continua Tedeschi – che risponderebbe alla necessità, evidenziata anche nel P.R.I.A.Mo – Piano Regionale Integrato per la Qualità dell’Aria Molise, di deviare il traffico veicolare, al fine di bypassare il centro abitato di Venafro, attualmente attraversato da migliaia di auto e mezzi pesanti, in modo da ridurre le emissioni di gas, polveri sottili e fumi, sostanze che possono provocare serie conseguenze per la salute umana.

La realizzazione della bretella di Ceppagna, che andrebbe a collegare la S.S.85 venafrana alla S.S. 6 dir. Casilina, potrebbe inoltre rivelarsi opera strategica anche in termini di sviluppo socio-economico. Ad oggi, però – ancora Tedeschi – il progetto sembrerebbe scomparso dalla lista delle priorità dell’Anas, concentrata, invece, su una soluzione alternativa consistente nella realizzazione di una infrastruttura viaria di collegamento tra Sesto Campano e Mignano Montelungo. Per tale opera, tuttavia – ancora Tedeschi – dovrebbero ancora essere attivate tutte le procedure nonché individuate le ingenti somme necessarie alla sua realizzazione che, di fatto, richiederebbe tempi notevoli.

Pertanto, con l’Ordine del Giorno presentato oggi – continua l’esponente dei Popolari per l’Italia – si impegnano il Governatore e l’assessore regionale al ramo a verificare, presso l’Anas e i Ministeri competenti, la reale sussistenza della copertura finanziaria utile alla realizzazione della Mignano Montelungo – Sesto Campano, attualmente priva di progetto. E, nel caso in cui dovesse essere appurata l’assenza di finanziamenti, richiedere ad Anas e Dicasteri competenti di reperire le risorse necessarie alla costruzione della cosiddetta bretella di Ceppagna, strada che consentirebbe un notevole risparmio in termini di costi e di tempo. Venafro e l’intero Molise non possono più aspettare – conclude il consigliere Tedeschi – servono infrastrutture capaci di portare questa regione fuori dall’isolamento con uno sguardo attento alla tutela dell’ambiente e della salute dei suoi cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: