REGIONE – Fondo di solidarietà nazionale, il Decreto fiscale riconosce più risorse ai Comuni molisani

fanelli
DR F35 Promozione
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
DR 5.0 Promozione
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Risorse del Fondo di solidarietà nazionale, per i 66 Comuni molisani ricorrenti causa la sottostima dei trasferimenti statali, si apre una porta nel Decreto fiscale del Governo.

Tanto era determinato da una norma della legge di stabilità dell’anno scorso (art. 1, comma 921 della legge 145/2018). Oggi, l’art. 57 del decreto fiscale del Governo inizia a porre qualche rimedio.

Intanto, per il futuro, il ricorso dei Comuni molisani continua ad essere pendente per il riparto disposto dalla legge di bilancio dell’anno scorso e in attesa di esito positivo, che si spera possa arrivare a maggio prossimo, quando si discuterà definitivamente davanti al TAR del Lazio.

“Poi, con una serie di previsioni che correggono il tiro per il futuro – sottolinea la consigliera regionale Micaela Fanelli – . Vediamo quali:

1) viene aumentata la perequazione del 5% a decorrere dal 2020 (andando al 50%, a fronte del 45% previsto per 18 e 19 e cosi per ogni anno, fino al 100% al 2030);

2) il target perequativo viene aumentato del 5% nel 2020 e ogni anno, fino al 100% al 2029;

3) in merito ai criteri di riparto, con il ricorso già avevamo ottenuto una correzione, in quanto erano stati adeguati i coefficienti dei fabbisogni standard di alcuni servizi, determinando di fatto un aumento di quanto dovuto ai Comuni.

Sulla legge di bilancio in corso di discussione bisogna tuttavia chiedere di prevedere maggiori risorse per la perequazione verticale, dallo Stato ai Comuni, e un aggiustamento di quella orizzontale, fra i Comuni, dando vita ad un più equo funzionamento del meccanismo.

Che significa in pratica? – conclude la Fanelli – Che è stata parzialmente corretta la distorsione per la quale lo Stato dava zero euro ai Comuni dove la spesa storica per gli asili nido era stata di zero euro, mentre si continuavano ad erogare risorse per i Comuni che avevano asili nido all’avanguardia. Difficile, al momento, quantizzare il vantaggio per i Comuni molisani, ma sicuramente di centinaia di migliaia di euro. Ogni comune dovrebbe calcolare il piccolo beneficio del miglioramento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: