REGIONE – Violenza sulle donne, consigliera Matteo “Abbiamo allineato il Molise alle normative nazionali e internazionali”

Paola Matteo vice presidente
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – Giornata contro la violenza sulle donne, domani 25 novembre  si celebra la ricorrenza istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre del 1999, atto che da allora in avanti ha invitato tutti i Governi, le organizzazioni internazionali e le Ong ad organizzare attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica in vista di tale ricorrenza.

La consigliera regionale capogruppo di Orgoglio Molise a palazzo D’Aimmo, Paola Matteo, che sin da suo insediamento si batte per questo problema, traccia la sua esperienza e le sue proposte.

“Da quando è partita la mia esperienza in Consiglio regionale ho cercato di impegnarmi a fondo per trovare risposte adeguate alle emergenze sociali che abbiamo di fronte, quindi mi sento particolarmente coinvolta dalla Giornata internazionale contro la violenza di genere”. La consigliera regionale di Orgoglio Molise, Paola Matteo, spiega i motivi che l’hanno indotta a portare a compimento una serie di iniziative di valore sostanziale e simbolico nella lotta alla violenza sulle donne.

“Le statistiche ci mettono spalle al muro – afferma la Capogruppo di Orgoglio Molise – e soprattutto evidenziano che tutte le donne possono essere vittime di violenza. Non é la nazionalità, non è l’età non è il ruolo sociale a incidere, ma è un dramma che riguarda tutte e tutti, un tema purtroppo ancora sottovalutato, almeno finché non ci riguarda da vicino”.

Gli atti prodotti nell’assemblea consiliare della Regione.

“Siamo partiti poco più di un anno fa – prosegue la consigliera – modificando la Legge regionale n. 15 contro la Violenza di genere, che necessitava di una serie di correttivi”.

Paola Matteo è stata prima firmataria e relatrice della Pdl, contribuendo a rendere effettivo l’inserimento del reato di stalking nel vecchio impianto normativo.

“La vastità e drammaticità del fenomeno – riprende la Segretaria dell’Ufficio di Presidenza – sono purtroppo del tutto evidenti anche nella nostra regione, soprattutto con reati di stalking e maltrattamenti. Grazie all’inserimento all’interno della Legge 15 della Convenzione di Istanbul, l’accordo con il quale Consiglio d’Europa è intervenuto per la prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, anche il Molise si muove nella stessa direzione dell’Italia e soprattutto dell’Europa. Il Consiglio regionale ha voluto dare un senso di marcia deciso e inequivocabile nel percorso verso la tutela delle fasce più a rischio della società, coniugando gesti simbolici di grande impatto mediatico con iniziative legislative concrete. Ultima, ma determinante per dare un senso al ruolo attivo dei consiglieri nelle politiche sociali che investono la Regione è stata l’approvazione di un emendamento da me proposto in sede di Bilancio. In virtù di tale intervento, sono state stanziate molte risorse per sostenere l’attività dei centri anti violenza previsti nella Legge regionale“.

Le iniziative portate a termine.

“Ma ci sono anche altre iniziative simboliche da citare in questa occasione. Penso al ‘Posto occupato’ attraverso il posizionamento in Consiglio regionale di una poltrona rossa. E’ un piccolo gesto che tuttavia rappresenta un grande vuoto: il ‘posto’ lasciato nella società da ogni donna uccisa da un uomo”.

La Consigliera Matteo ha inoltre aderito alla campagna ’Non è normale che sia normale’, presentata dalla parlamentare Mara Carfagna, a cui molti consiglieri regionali del Molise dei diversi schieramenti hanno aderito.

“Sono stata poi la prima firmataria della ‘Legge Quadro contro ogni forma di discriminazione per l’affermazione dell’uguaglianza’, sempre in esame in IV Commissione, che mette in atto una serie di politiche antidiscriminatorie per rimuovere gli ostacoli all’ingresso delle donne nella vita pubblica, per ridurre le disparità nel mondo del lavoro, nell’accesso ai servizi e nella vita familiare”.

Suo l’impegno per il funzionamento dell’Osservatorio regionale delle politiche sociali.

“Nonostante la mole di lavoro e il buon esito di tante iniziative – prosegue Paola Matteo – restiamo vigili sul tema violenza. E non solo. Le aggressioni e le molestie di genere s’inseriscono tra i temi approfonditi, che legano ad un unico filo la mia responsabilità di donna, cittadina e amministratrice nella lotta alle emergenze sociali. Violenza di genere, droga, bullismo, gioco d’azzardo patologico, tutto rientra in un rinnovato impegno che, attraverso la prevenzione, l’informazione e il sostegno alle vittime, intende stringere i tempi, l’incidenza di tali fenomeni, e far sentire forte il peso delle istituzioni.  Credo che in giornate come quella di oggi, per occasioni così rilevanti – ha concluso – sia necessario dare queste chiare indicazioni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: