VENAFRO – Orso soldato Wojtek, l’ambasciatore della Polonia Anna Maria Anders al Castello Pandone

VENAFRO - Orso soldato Wojtek, l'ambasciatore della Polonia Anna Maria Anders al Castello Pandone
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
pasta La Molisana

VENAFRO – E’ stata accolta al Castello Pandone Anna Maria Anders, l’Ambasciatore della Polonia.

La senatrice Anna Maria Anders, oggi Ambasciatore della Polonia in Italia, è la figlia del Generale Wladislaw Anders, che afferma «Mio padre, il generale Anders, era in questa zona durante la seconda guerra mondiale – battaglia di Montecassino – insieme all’esercito che era accompagnato dall’orso “Wojtek”, trovato in Iran durante la guerra. Adesso, mio padre, è sepolto nel cimitero polacco a Montecassino insieme a mia madre, quindi per me questa è una zona molto speciale, molto bella e sono molto contenta di essere quì oggi».

L’iniziativa “Venafro tra Storia, Arte e Turismo” dunque, promossa dall’Associazione Nazionale Carabinieri – Volontariato di Venafro in collaborazione con il Museo Winterline, è uno dei progetti messi in campo dall’Anc per divulgare anche a livello nazionale proprio la storia dell’orso soldato “Wojtek”.

Infatti, pochi sono a conoscenza degli accadimenti riguardanti il plantigrado che hanno interessato Venafro nella Seconda Guerra Mondiale durante la battaglia di Montecassino. Di seguito alcune immagini significanti:

Tutto è nato grazie all’interessamento del giornalista Lello Castaldi, che dopo aver curato e pubblicato il libro “Wojtek, l’orso diventato soldato” – mascotte polacca – ha reso noto come anche Venafro, al pari ad esempio di Imola e Ascoli Piceno, ha ospitato la 22^ Compagnia Trasporti del 2° Corpo d’Armata polacco e la loro affascinante mascotte chiamata “Wojtek”.

Ospiti d’onore della giornata oltre l’Ambasciatore Anna Maria Anders, l’Abate di Montecassino Dom Donato Ogliari Osb. Inoltre, sono intervenuti il parlamentare europeo Aldo Patriciello, il sindaco di Venafro Alfredo Ricci, il direttore Mibac Molise Irene Spada, la giornalista e coordinatrice regionale Federagit Carla Ferrante, il presidente dell’Associazione Anc – Volontariato Venafro Nicandro Biasiello e il presidente del Museo Winterline Luciano Bucci, che ha tenuto una breve lezione sulla presenza dei soldati polacchi e dell’orso “Wojtek” in città. A moderare i lavori la giornalista Valentina Ciarlante.

Dopo l’incontro l’Ambasciatore della Polonia in Italia ha incontrato presso la chiesa dell’Annunziata gli alunni e le maestre delle quinte del “Don Giulio Testa” di Venafro. Dopodiché si è spostata in visita presso il Museo Winterline.

Un evento storico per la città che ha ospitato per la prima volta l’ambasciatore della Polonia e l’Abate di Montecassino.

AGGIORNAMENTI IN CORSO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: