ANNO GIUDIZIARIO – Il Procuratore generale della Corte d’Appello Rispoli “Attenzione alle infiltrazioni mafiose”

anno giudiziario Molise
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
DR F35 Promozione
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
DR 5.0 Promozione
ristorante il monsignore venafro

CAMPOBASSO – Giustizia e territorio:  lavoro e impegno di un anno da parte di magistrati e operatori investigativi.

Un quadro positivo in un contesto in cui i dati danno ragione a quanti si adoperano nell’amministrazione della legge e che pongono il Molise tra le regioni più presenti nello svolgimento giudiziario delle attività dei Tribunali e delle Procure, lavoro  ingrigito comunque da un apparato burocratico e amministrativo carente che da anni viene messo a nudo nelle inaugurazioni degli Anni giudiziari mancanza di personale che però a quanto pare, tuttavia, non viene risolta adeguatamente.

Questo è quanto è emerso nella celebrazione dell’Anno giudiziario in Molise svoltosi nell’aula Magna Magna del Convitto Mario Pagano a cui hanno partecipato i magistrati dei tre Tribunali del Molise e le massime autorità regionali militari politiche e civili. E riguardo a quanto dicevamo sopra il Procuratore generale della Corte di Appello di Campobasso Guido Rispoli sul piede di trasferirsi alla Procura generale di Brescia ha detto “Nel lasciare questo Distretto giudiziario che tanto mi ha dato in termini umani e professionali auspico che lo Stato si convinca che investire nel servizio della gisutizia molisana non significa assecondare logiche assitenziali per soli maggiori oneri di spesa ma al contrario una visione che sia capace di corrispondere a canoni di buona amministrazione volta alla creazione di ricchezza e al recupero di risorse”.

Lo stesso Rispoli nel suo intervento ha ricordato che le due inchieste sullo scambio elettorale politico mafioso che lui stesso aveva rilevato qualche anno fa sono ancora in corso perché hanno bisogno di ulteriori approfondimenti e indagini. Insomma ne è venuto fuori dai dati letti dai massimi vertici giudiziari dei tre Tribunali della regione un Molise che deve stare attento, molto attento, alle infiltrazioni mafiose che arrivano dalle regioni confinanti soprattutto Puglia e Campania soprattutto se si tiene conto delle operazioni antidroga concluse lo scorso anno e il sequestro di attività economiche. La presidente della Corte d’appello Rosanna Jesulauro ha detto, a proposito, in tal senso, che l’attenzione della macchina giudiziaria  investigativa è sempre ad un livello di massima all’erta sebbene il Molise non presenti casi di reati di tipo mafioso. Molti i reati in calo. Quelli contro la pubblica amministrazione ad eccezione del peculato e l’abuso d’ufficio, mentre sul fronte degli omicidi volontari e dei femminicidi fortunatamente si evidenzia uno zero assoluto che risulta un eccezione se paragonato alle situazioni nazionali di questo tipo così come sono diminuiti i casi di omicidi stradali mentre in aumento i reati contro la libertà sessuale e i casi di stalking. Alto il tasso di mortalità per gli infortuni sul lavoro ed elevato il numero di incidenti sul lavoro che pongono il Molise, in base alla popolazione esistente,  in cima ad una specifica graduatoria con questa tipologia di infortuni. Alte anche le lesioni colpose passate da 577 a 709 dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: