CALCIO D – Il Campobasso in casa con il P. San Elpidio insegue il 16° risultato utile consecutivo e il secondo posto

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Per il sedicesimo risultato utile consecutivo bisognerà passare sul cadavere del Porto Sant’Elpidio. Non c’è altra via d’uscita.

Vista la distanza dalle battistrada, e le intenzioni di recupero del Lupo, vincere contro i marchigiani è l’unica strada percorribile verso la rimonta e la tanto agognata vittoria del campionato. Un mezzo passo falso potrebbe significare l’addio definitivo ai sogni di gloria: rimarrebbero i playoff con il loro carico di speranza estiva. Il Porto S.Elpidio arriva in Molise con i suoi onesti ventotto punti – più sette dalla zona calda dei playout – racimolati grazie ad un andamento senza infamia e senza lode con sette vittorie, sette pareggi e nove sconfitte. La posizione di classifica potrebbe ingannare visto che i bianconeri hanno uno tra i reparti offensivi più prolifici del girone F con 37 reti segnate e quel Francesco Maio che lì davanti fa un po’ quel che vuole dall’alto dei suoi 14 gol. Proprio lui inaugurò le marcature all’andata, quando il temporaneo pareggio di capitan Bontà venne disintegrato dal gol di Cuccu per il definitivo 2-1 a favore dei padroni di casa. Domenica per gli adriatici mancherà Gagliardini, il portiere titolare è alle prese con una fastidiosa frattura alla mano che lo terrà lontano dai pali per almeno due mesi.

C’è da stare attenti, quindi. Mister Cudini lo sa bene e conosce gli adriatici alla perfezione essendo nato proprio a Porto Sant’Elpidio. Nelle ultime undici giornate il Campobasso ha recuperato ben nove punti al Notaresco capolista che in sette giornate ha messo in cambusa soltanto otto punti. I numeri in questo momento danno ragione ai lupi e, se la striscia positiva dovesse continuare, l’impresa di agguantare il primato non è poi così impossibile. Certo, bisognerà vincerle tutte ma è proprio questo che rende la sfida affascinante per i tifosi e stimolante per chi indossa la casacca rossoblù. Anche per questa domenica ci sono segnali positivi riguardo le presenze attese in contrada Selvapiana: viste le previsioni meteo, la società di corso Vittorio Emanuele si aspetta di bissare i duemila spettatori di due settimane fa per supportare la squadra e far felice il cassiere.

Sembrano essere tutti a disposizione gli uomini di Cudini, nessun problema per Candellori che ha totalmente recuperato l’infortunio alla coscia destra. Schema e formazione, quindi, non dovrebbero essere in dubbio. Il classico 4-3-3 del mister marchigiano potrà contare su Raccichini tra i pali e la coppia Dalmazzi-Menna al centro della difesa. Vanzan a sinistra e sulla destra sembra che Fabriani possa riprendersi la maglia da titolare ai danni di Martino che si è comportato ottimamente nelle ultime uscite. A centrocampo il tradizionale trio quantità e qualità composta Bontà, Candellori e Brenci in regia. In avanti Alessandro, Cogliati e Zammarchi proveranno a bucare la difesa avversaria. Si comincia alle 14.30 sotto la direzione del signor D’Eusanio di Faenza.
Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: