CORONAVIRUS – Petraroia dell’Ass. Tedeschi “Voce unica al Governo e riapertura del Vietri di Larino”

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Sull’emergenza Coronavirus in basso Molise e soprattutto sulla situazione venutasi a verificare nell’ospedale di Termoli interviene l’Associazione Giuseppe Tedeschi che attraverswo la sua coordinatrice Roberta Iacovantuono lancia un appello al Prefetto di Campobasso al ministro Speranza al capo della Protezione civile e al presidente della Regione.

“Non è questo il momento delle analisi e men che meno delle contrapposizioni, – dichiara Michele Petraroia dell’Associazione Tedeschi ed ex assessore regionale – purtroppo per una serie accidentale di circostanze all’interno dell’Ospedale “San Timoteo” di un città con oltre 30 mila abitanti si è determinato un susseguirsi di fatti che hanno causato la giusta e saggia decisione di chiudere il Pronto Soccorso. A ciò bisognerà aggiungere un’attenta azione di bonifica ambientale affidata a personale specializzato dotato di tutti gli strumenti protettivi, completando urgentemente le verifiche coi tamponi sull’insieme delle persone che all’interno e all’esterno dell’ospedale sono venute in contatto con gli operatori sanitari e le altre persone risultate positive al test del coronavirus.

Contestualmente bisognerà individuare delle soluzioni per garantire la fruibilità di un Pronto Soccorso sul posto ai 100 mila residenti del Basso Molise e sarà necessario approntare misure tempestive per contenere il diffondersi del contagio. Per questa ragione dovrà essere la task-force nazionale coordinata dal Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, di concerto col Ministero della Sanità, con la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con tutte le Autorità coinvolte Nazionali, Regionali e Locali, ad assumere a sé il coordinamento delle iniziative da intraprendere a tutela e salvaguardia della popolazione interessata.

L’appello  è stato già condiviso dalla Cisl Molise, dai Sindaci di Portocannone, Guglionesi, Petacciato e da diversi amministratori comunali, provinciali e regionali, ed in queste ore sta acquisendo nuove adesioni coinvolgendo rappresentanze istituzionali, sindacali e politiche in modo unitario. Tra le proposte operative c’è quella di utilizzare la struttura ospedaliera di Larino, moderna ed adeguata, collocata al centro del territorio del Basso Molise e dotata anche di un camera iperbarica. Quel che serve – conclude Petraroia –  in queste ore è il massimo dell’unità del Molise per far arrivare al Governo una sola voce e accedere agli stanziamenti di 1,4 miliardi di euro per fronteggiare l’emergenza e garantire alla nostra comunità più elevati standard di tutele, posti letto e offerta sanitaria”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: