CORONAVIRUS – L’appello di Nicola Mastronardi a Toma: “Presidente, riapra gli ospedali. Prevenzione per noi e solidarietà per l’Italia”

eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
pasta La Molisana
faga gioielli venafro isernia cassino
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud

AGNONE – Continuano gli appelli al presidente della Regione Molise, Donato Toma. Ultimo, quello accorato dello scrittore e giornalista, Nicola Mastronardi. “La nostra provincia di Isernia è l’unica a non essere stata toccata dal coronavirus. Non possiamo cullarci sugli allori”.

“Caro presidente, non possiamo restare indifferenti a quello che sta succedendo in Italia. Di qui, l’appello a lei, all’Asrem, di realizzare subito posti letto per il coronavirus. Abbiamo perso fin troppo tempo da quando il governo ha varato il decreto. Lo sa anche Lei, il governo dal 10 marzo ha messo a disposizione fondi utili a questo scopo.  Ma se anche i posti letti non dovessero servire a noi, serviranno a essere solidali con il resto di Italia. Basta equivoci, utilizziamo gli ospedali di Larino , Venafro e Agnone, per ospitare anche malati generici.

Presidente Toma, si decida. Dimostri di essere il presidente di questo popolo che vuole essere solidale con l’italia e vuole la prevenzione per sé.

Ci renda orgogliosi di essere molisani. La palla sta a Lei, non perdiamo tempo”.

Qui, l’appello di Nicola Mastronardi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: