AMBIENTE – A Venafro le restrizioni non fermano l’inquinamento, ricerca medici ambientali: “Polveri sottili accelerano diffusione virus”

puzza bruciato venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

Nonostante la calma, le regole ferree emanate dal Governo centrale, la città di confine molisana si trova a fronteggiare la stessa emergenza di sempre: l’inquinamento.

Non c’è traffico, molte fabbriche del nucleo industriale sono ferme. Allora cos’è che porta i valori ad aumentare? A domandarselo sono prima di tutto i cittadini attraverso i comitati e sulle pagine Facebook, ma l’appello pare essere sempre ignorato.

Nel dibattito è intervenuto anche Vittorio Nola, unico esponente politico a occuparsi della vicenda chiedendo verifiche e chiarimenti a Toma.

Infine, un gruppo di ricercatori della Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA), in collaborazione con le Università degli studi di Bari e di Bologna, hanno esaminato i dati pubblicati sui siti delle ARPA (le Agenzie regionali per la protezione ambientale) relativi a tutte le centraline di rilevamento attive sul territorio nazionale, registrando il numero di episodi di superamento dei limiti di legge (50 microg/m3 di concentrazione media giornaliera) nelle province italiane. Parallelamente, hanno analizzato i casi di contagio da COVID-19 riportati sul sito della Protezione Civile, arrivando alla conclusione che “esiste una relazione tra i superamenti dei limiti di legge delle concentrazioni di PM10 registrati nel periodo dal 10 al 29 febbraio e il numero di casi infetti da COVID-19 aggiornati al 3 marzo“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: