CRONACA – Dalla Puglia al Molise senza autorizzazione, 400 euro a testa di multa per due pregiudicati

polizia municipale
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
Maison Du Café Venafro
pasta La Molisana
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino

TERMOLI – In un momento delicato come quello che stiamo vivendo risulta fondamentale l’opera delle forze dell’ordine sul territorio.

In città, insieme alle altre forze di polizia, è fortemente impegnata la Polizia Municipale che compie verifiche a tappeto in tutte le zone per accertare chi non rispetta ancora le prescrizioni volute dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Comune di Termoli.

E’ il caso di due uomini pugliesi che ieri l’altro sono stati fermati dagli agenti della Municipale al terminal bus di via Martiri della Resistenza.

Erano appena arrivati dalla Puglia ed erano pronti a ripartire. Ma si trovavano in città senza nessuna motivazione ed erano diretti in un paese dell’hinterland.

Gli agenti in servizio hanno subito eseguito gli accertamenti del caso verificando che, oltre a non avere nessuna motivazione per trovarsi in città, si trattava anche di due soggetti pluripregiudicati.

A quel punto, in base alle nuove normative previste, è scattata una sanzione di 400 euro a testa.

Per entrambi è anche stato anche proposto il foglio di via di allontanamento dalla città adriatica per tre anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: