EMERGENZA CORONAVIRUS – Anziani positivi covid SS Rosario, Venafro solidale

vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

VENAFRO – Una vera e propria gara di solidarietà della città verso i suoi nuovi ospiti, ossia i 18 anziani positivi covid arrivati dalle residenze della terza età di Agnone e Cercemaggiore e ricoverati al SS Rosario di Venafro, ospitati in quella che sarebbe dovuta essere la RSA, inaugurata l’estate scorsa e mai effettivamente attivata.

La città, quindi, come volevasi dimostrare, sta rispondendo alla grande com’è sua storica e consolidata abitudine, aprendo braccia e cuore ai 18 anziani, perché si sentano a loro agio e come a casa propria.

Telefonini, colombe pasquali, pigiami ed altro ancora che il buon cuore dei venafrani ha donato con slancio, confermando in toto educazione, umanità e civiltà dell’intera collettività, nonostante qualche dissapore iniziale a livello locale e talune affermazioni fuori luogo provenienti anche da ambienti della stessa sanità pubblica regionale.

A confermare il trend positivo della nuova situazione in piedi da ieri l’altro al SS Rosario è l’infermiera professionale del SS Rosario, Giuseppina Vitolone, che dirige il settore infermieristico della struttura ospedaliera venafrana: “I 18 anziani positivi asintomatici covid arrivati dalle Case di Riposo di Agnone e Cercamaggiore stanno benissimo, sono tranquilli e vengono assistiti in toto. Sono comunque persone avanti negli anni e quindi con ovvii problemi.  Il dr. Santopuoli, Direttore dell’Unità Ospedaliera Complessa per le Malattie Infettive di Campobasso, li ha visitati trovandoli in buone condizioni di salute. – asserisce Vitolone – Dall’Asrem sono stati messi a disposizione degli anziani i cellulari per poter parlare con le rispettive famiglie e la cosa ha contribuito a tranquillizzarli, rasserenandoli ulteriormente. Mi piace sottolineare la bella gara di solidarietà nei loro confronti da parte di tanti venafrani che hanno donato colombe pasquali, pigiami, telefoni ed altro ancora per metterli a loro agio”.

Pare ci siano state delle rinunce di alcuni infermieri ed oss all’incarico assegnato dall’Asrem. “E’ vero – aggiunge la Vitalone – hanno rinunciato due figure sanitarie per altre soluzioni lavorative, ma la disponibilità dei lavoratori del SS Rosario è stata pronta e risolutiva, quindi, non ci sono state difficoltà di sorta ed il tutto procede al meglio!”.

E’ quanto Venafro voleva sentire e la cosa fa immensamente piacere!

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: