CONSIGLIO REGIONALE – Bilancio, Toma “O si cambia o si cambia”

donato toma sanità
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – Seconda giornata della maratona sul Bilancio che dovrebbe concludersi entro domani.

Intanto la seduta di stamane è iniziata con la bocciatura della pregiudiziale presentata dalla opposizione che avrebbe voluto la sospensione della seduta in attesa del pronunciamento del Tar che dovrebbe arrivare nel pomeriggio sul ricorso presentato dagli ex consiglieri regionali Tedeschi e Scarabeo.

Atto bocciato dal Consiglio e quindi via ai lavori del Consiglio che ha continuato la discussione sulla legge di stabilità e su una serie di normative che andranno a modificare gli assetti amministrativi di enti e la collocazione di poste finanziarie soprattutto per la ripresa economica per l’emergenza Covid. Una mattinata sempre in seduta telematica dove si sono alternati  interventi da parte di quasi tutti i consiglieri con punte di forte polemica soprattutto da parte dei rappresentanti del Piddi, Fanelli e Facciolla. che si sono soffermati sulla rirpogrammazione dei fondi regionali ed euroepi e sulla norma che all’interno del maxiemendamento dovrebbe spazzare via l’incompatibilità tra assessore e consigliere e quindi cancellare definitivamente la suroga dei primi dei non eletti andando a modificare la legge 20 del 2017 della gestione Frattura.

Una discussione dove è intervenuto ovviamente anche lo stesso presidente Toma il quale ha tenuto a sottolineare che “o si cambia o si cambia” ribadendo quindi il concetto che in caso contrario si va tutti a casa. E in tale contesto il Governatore ripercorrendo le sue reminiscenze  i ricordi musicali di ottimo chitarrista, ricordando la band tedesca “Scorpions” gruppo di musica hard rock che ebbe successo soprattutto negli anni ’80 fondata  dal grande chitarrista ritmico Rudolph Skenker e cavalcando mentalmente le note del loro famoso successo “Wind of change” che chissa quante volte anche lui ha suonato nei concerti, ha spiegato che l’azione amministraiva e politica avviata con questa seconda nuova fase non arretrerà di un centimetro e tanto facendo capire che quanto contenuto nel maxiemendamento alla fine della maratona consiliare domani o quando sarà dovrà essere votato dalla maggioranza che ora a quanto pare ha i voti degli assessori ora consiglieri della Romagnuolo della Calenda con l’unica incognita Iorio.

Insomma un primo risultato lo ha ottenuto quello di aver saldato per bene le maglie del centrodestra per ora soprattutto sul piano dei numeri. La discussione a palazzo D’Aimmo continua nel pomeriggio ma per il momento è evidente l’attenzione è tutta rivolta al Tribunale amministrativo di via San Giovanni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: