POLITICA – Giunta regionale, Chimisso e Viola del Pd: appello delle donne per la quota rosa

pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
faga gioielli venafro isernia cassino

CAMPOBASSO – Giunta regionale del Molise senza quota rosa, senza assessore donna. Anche in quella del Toma bis nominata qualche giorno fa.

Ovviamente non ci stanno le donne, dirigenti soprattutto di partito, in questo caso del Pd, che ricordano al Governatore del Molise quanto sull’argomento lui stesso in passato sull’argomento ha sostenuto e sottolineato in interventi pubblici.

Infatti in una festa delle donne, come ricordano Maricetta Chimisso e Giovanna Viola della vicesegreteria regionale del Pd, Toma ha affermato: «Sono fermamente convinto che la piena emancipazione di ogni persona, senza nessuna distinzione di genere, passi, in primis, attraverso una partecipazione attiva al mondo del lavoro e, poi, dando risposte puntuali alle aspettative delle donne in relazione al loro vissuto quotidiano: salute, cultura, sport, tempo libero, includendo anche l’offerta diffusa di servizi di qualità» e ancora, il Presidente ricorda l’articolo 51 della Costituzione Italiana, sottolineando che «dagli anni Sessanta in poi, è stato dato il via libera all’impegno delle donne a tutte le cariche, alle carriere diplomatiche e professionali e, più recentemente, a quella militare» e che «sono consapevole del fatto che ancora molto resti da fare e che, pertanto, nell’azione di governo vada ulteriormente implementato il sostegno ai bisogni e alle necessità del genere femminile, il cui contributo è un pilastro portante nella costruzione di una società migliore».

Riportiamo queste parole, rilevano Chimisso e Viola,  perché oggi suonano solo come celebrative e di circostanza, utili a rimarcare differenze e diffidenze.

“Siamo tutte consapevoli che la scelta degli assessori è un’azione affidata al Presidente, sulla base di una potestas connotata da ampi margini di discrezionalità, correlata da valutazioni di natura politica e fiduciaria.
Ma proprio per queste ragioni, se quelle parole fossero radicate nella sua azione politica, avrebbe potuto ricorrere, come già fatto in passato, ad un assessore esterno, nominando una donna.
Ricordiamo che in soli 24 mesi, abbiamo avuto già due assessori esterni: nel Toma Uno, la Lega indica Luigi Mazzuto con deleghe alle politiche della famiglia, giovanili e di parità, politiche del lavoro, politiche sociali e terzo settore e nella giunta ‘ponte’ il Presidente nomina il suo capo segreteria.

Ci chiediamo come mai quelle scelte fiduciarie non possano ricadere su una donna, ci chiediamo perché il nostro Presidente non possa nominare un assessore esterno donna, ci chiediamo perché le parole tanto profonde e giuste dichiarate in occasione della Festa delle Donna, non possano tradursi in atti concreti e tangibili.
Caro Presidente, abbiamo perso tutti già tante occasioni: in consiglio regionale non avete voluto approvare la modifica che avrebbe emendato lo Statuto per la corretta applicazione delle norme riguardanti la parità di genere, siamo l’unica regione di Italia che non ha donne in Giunta, siamo stati lentissimi ad attivare la commissione regionale di Pari Opportunità.
Questa ulteriore mancanza, andrà sottolineata anche nella mozione di sfiducia che verrà prossimamente presentata in consiglio regionale. Il Partito Democratico si è già ampiamente battuto, impugnando i decreti di nomina e presentando un ricorso; ricorso che non è mai stato né valutato né discusso. Ci chiediamo anche quale sia la sede opportuna per provare a difendere le nostre posizioni.
Spesso non si può attendere il cambio di mentalità, questa volta non richiamiamo noti principi di democrazia, di etica e di civiltà; questa volta ci appelliamo al principio della coerenza.
Presidente, dia seguito alle sue parole e metta in atto un cambiamento che per la nostra regione sarebbe un vero cambio di passo nella direzione della Parità di Genere.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
Futuro Molise
Maison Du Café Venafro

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
Maison Du Café Venafro
Futuro Molise

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: