CRONACA – Cinghiali randagi in città, i consiglieri comunali del Pd fanno le loro proposte

danni agricoltura cinghiali
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO –  Ed ora si sono diffusi anche i cinghiali randagi che mettono in pericolo la sicurezza nei quartieri più periferici della città arrivando finanche nel centro urbano soprattutto nel periodo del lockdown.

Un problema serio che avanza grazie alla profeliferazione degli ungulati su cui si discute anche a palazzo San Giorgio dove si studiano alcune proposte soprattutto quelle da presentare in Regione all’assessore alla caccia. I consiglieri comunali del Pd, Giosè Trivisonno, Alessandra Salvatore e Antonio Battista rilevano:

“Abbiamo chiesto ed ottenuto di discutere del problema in commissione consiliare. Le soluzioni all’emergenza vanno trovate adesso: non possiamo aspettare che la cronaca ci racconti di incidenti o aggressioni ai cittadini. Abbiamo chiesto al Sindaco e all’assessore di intervenire presso la Regione Molise, per sollecitare interventi immediati (si possono, ad esempio, finanziare le “colture a perdere” e la costruzione dei muretti protettivi a secco).

Occorrono, però, scelte di campo che risolvano a monte il problema.La prevenzione e la riduzione permanente del fenomeno su tutto il territorio regionale deve essere un impegno preciso della Regione Molise.Il Comune di Campobasso può fare la propria parte, ad esempio provvedendo alla segnaletica stradale e all’informazione ai cittadini.

Crediamo sia nostro dovere di consiglieri del comune capoluogo porre questioni che abbraccino un territorio più ampio di quello cittadino. Quella dei cinghiali è una delle tante.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: