REGIONE – Toma sfida tutti. Suspense in maggioranza. Cosa accadrà?

Donato Toma Sanitá Covid
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Giunta regionale, quinto assessore esterno attribuito alla Lega, baipassando ogni ragionevole condivisione con il centrodestra di palazzo D’Aimmo.

Un botto prevedibile più che atteso, quello di Toma, soprattutto alla luce di quanto è successo in Consiglio regionale ieri mattina quando c’erano stati i voti di traverso delle due consigliere Calenda e Aida Romagnuolo ad una mozione del M5S, anch’essi annunciati alla vigilia, passata poi a maggioranza che evidentemente hanno fatto indispettire ancora di più il Governatore pronto a procedere nel pomeriggio alla nomina nel suo esecutivo del presidente del Consiglio comunale di Termoli Michele Marone su cui comunque già c’era un’intesa di massima anche con Salvini, una scelta che, invece, secondo quanto riferito in questi giorni da Toma, sarebbe dovuta arrivare dopo l’estate o in autunno e che ancora brucia le velleità anche dei due consiglieri comunali di Campobasso Alessandro Pascale e Alberto Tramontano anche loro tirati dentro questo thrilling del quinto assessore. Insomma la confusione regna sovrana.

Ovviamente a questo punto si apre una forte dialettica nella maggioranza, mettiamola così, e ora è curioso vedere cosa scaturirà soprattutto da quei sei consiglieri che proprio ieri avevano intimato l’alt al Governatore sul metodo,  e sui nomi del quinto assessore. Un provvedimento che avrebbe dovuto coinvolgere a questo punto i rappresentanti eletti della maggioranza e perciò probabilmente una delle due consigliere della lista “Noi con Salvini” alle ultime Regionali o altri nomi dei diversi raggruppamenti che siedono nei banchi dell’assise consiliare  se è vero che la Lega non risulta presente a palazzo D’Aimmo.

Da qui in avanti, è abbastanza evidente, si apre uno scenario ancora più tempestoso, ormai il presidente Toma va avanti con il suo pensiero e le sue decisioni ma a questo punto resta da verificare gli atteggiamenti dei sei consiglieri che ieri si sono esposti nelle loro valutazioni sulla condotta del Governatore e dell’intera maggioranza e della sua stessa Giunta muta fino a oggi a cui il presidente della Giunta senza timori ha lanciato chiari messaggi ieri come nei giorni passati evidentemente anche di sfida indirizzati verso la serie “o così o tutti a casa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: