REGIONE – Il 7 luglio “sfiducia” a Toma. Duri attacchi del Pd

consiglio regionale lavoratori ex ittierre
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Sfiducia al Governatore Toma porta 8 firme, quelle dei consiglieri del M5S e del Pd. Verrà discussa e votata in aula il 7 luglio.

Una presa di posizione politica che al momento trova adesione nell’opposizione e in nessun’altro sebbene i chiacchericci della maggioranza sulle divergenze con il presidente della Regione conducono a pensare che ci possano essere altre firme. Il punto è che nessuno vuole la fine della legislatura qui a questo punto dopo due anni per una serie di motivi personali economici previdenziali pensionistici o riferiti al vitalizio e quant’altro.

L’insoddisfazione è palpabile anche chiara nei consiglieri, sul quinto assessore appena eletto Marone che stando alle convinzioni della maggioranza deve essere sostituito con un consigliere eletto, su una Giunta che è sbilanciata su Forza Italia e perciò deve essere riposizionata e su una presidenza del Consiglio che all’immineza della sua scadenza di metà mandato suscita e palesa già da ora velleità abbastanza scoperte. Toma, insomma, dovrà lavorare sodo in questa settimana per riportare la calma ricucire le fila nella sua maggioranza consapevoli un po’ tutti che riuscira anche questa volta a sedare tutti questi dissensi alemeno fino a inizio autunno quando  si ridiscuterà tutto o ancora più facile quando si potrebbero  ripresentare altri scenari elettorali a livello nazionale con ricadute in regione inimmaginabili. Intanto il Governatore prima della discussione della sfiducia si è impegnato a rimuovere o a correggere la procedura di rimozione della surroga attraverso i commi 1 e 2 dell’articolo 12 secondo quanto ha osservato il Consiglio dei ministri e tanto sarà il primo test di tenuta dello stesso centrodestra che attualmente ancora lo sorregge. E sulla legge approvata in Consiglio alla legge di stabilità e quindi alla cancellazione della surroga dei primi dei non eletti durissimi attacchi sono stati portati dal Pd.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: