CONSIGLIO REGIONALE – Trasporto pubblico: approvate le mozioni dell’opposizione con i voti di Iorio e Romagnuolo, in arrivo modifiche. Maggioranza di nuovo in centrifuga

ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Trasporto pubblico locale, dentro e fuori l’aula.

Qui il confronto in seduta monotematica provocata dalla mozione dell’opposizione votata anche da Iorio e Aida Romagnuolo, 10 a 9,  riaprendo di nuovo uno scenario di “guerra” all’interno della maggioranza, fuori da palazzo D’Aimmo lavoratori e sindacati uniti nell’ennesima protesta.

Entrambi gli atti di indirizzo sono stati posti in discussione e presentati all’Aula, rispettivamente, dai Consiglieri Primiani e Fanelli. Nel dibattito generale unificato  sono intervenuti per esprimere le proprie posizioni i Consiglieri Niro, Iorio, Fontana, Greco e Nola. Ha chiuso la discussione il Presidente della Giunta Toma. Il Consiglio ha quindi approvato con 10 voti favorevoli e 9 contrario le due mozioni.

In particolare con la mozione presentata dai Consiglieri Greco, Manzo, Primiani, Nola, De Chirico e Fontana, avente ad oggetto “Trasporto pubblico locale su gomma – indirizzi urgenti del Consiglio regionale alla Giunta”, l’Assise consiliare ha espresso un impegno al Presidente della regione finalizzato:

  1. ad emettere una nuova ordinanza che elimini definitivamente le fasce orarie con conseguente incremento del numero delle corse;
  2. ad assicurarsi che le aziende incrementino e procedano con il ripristino del numero delle corse e ove necessario il numero dei mezzi a disposizione;
  3. verificare che le aziende tornino ad erogare le corse nel pieno rispetto della normativa vigente anche in materia di bigliettazione automatizzata o sistemi di prenotazione e vendita telematica;
  4. a verificare il rispetto delle ultime linee guida dettate dal DPCM 14 luglio 2020 recante “informazione agli utenti e modalità organizzative per il contenimento del COVID 19 in materia di trasporto pubblico”;
  5. a verificare che le aziende procedano con la quotidiana sanificazione dei mezzi e alla fornitura agli addetti dei DPI adeguati;
  6. a convocare un tavolo tecnico tra Regione, aziende e organizzazioni sindacali al fine di verificare e accelerare le pratiche relative alla percezione degli ammortizzatori sociali;
  7. a procedere, nel termine di 30 giorni dall’approvazione del presente atto e nelle more della riassegnazione delle deleghe, alla pubblicazione del bando di gara;
  8. nelle more della redazione, pubblicazione e aggiudicazione del bando di gara per l’affidamento dei servizi di trasporto pubblico locale su gomma, a porre in essere tutte le iniziative necessarie ad adeguare i contratti ponte in essere al fine di razionalizzare i costi, garantire prestazioni efficaci ed efficienti e salvaguardare i diritti patrimoniali e non patrimoniali dei lavoratori dipendenti.

Con l’atto di indirizzo presentato dal Consigliere Fanelli, avente ad oggetto “Trasporto pubblico locale – impegno al Presidente della Giunta regionale”, invece, l’Assemblea legislativa regionale ha impegnato il Presidente della Giunta a:

  1. assicurare il pagamento dei lavoratori del TPL, tenuto conto che le aziende affidatarie vengono pagate per il servizio svolto e una azienda in particolare continua a non versare tempestivamente gli stipendi;
  2. porre in essere i correttivi per evitare sovra-compensazioni per le ditte che hanno i lavoratori in cassa integrazione per le relative somme da scomputare dal costo del personale;
  3. procedere all’attivazione delle verifiche dei bilanci delle aziende, come previsto dalla DGR n. 644/2011 (e le altre prescrizioni ivi previste);
  4. a chiedere di riattivare tutte le corse sospese, da parte di alcune società di trasporti, durante la Fase I dell’emergenza Covid che ancora risultano sospese, nonostante le nuove direttive nazionali in merito, che di fatto isolano intere comunità e paesi;
  5. applicare le disposizioni nazionali e regionali per i pagamenti del TPL, chiarendo quali si applicano e a partire da quando (parlando la norma nazionale di vigenza dall’approvazione dell’aiuto di stato da parte dell’UE prevedendo delle percentuali di compensazione diverse);
  6. accertare quanti KM per ditta sono stati effettuati durante il periodo Covid (segnatamente per i periodi di marzo, aprile, maggio 2020) e quanti in precedenza in periodo ordinario e quali controlli sono stati attivati dalla Regione per la verifica delle autodichiarazioni delle ditte al riguardo;
  7. chiarire come ci si organizzerà per il trasporto degli studenti che auspicabilmente riprenderanno a viaggiare con la riapertura delle scuole a settembre, in quanto il numero degli utenti è chiaro che avrà un suo picco massimo e affrontarlo non sarà cosa semplice, né operativamente, né per i costi di gestione;
  8. verificare in che modo e con quale frequenza vengono eseguite le operazioni di sanificazione e igienizzazione dei locali e dei mezzi di trasporto, in particolare rispetto ai protocolli siglati fra Organizzazioni sindacali e Ministro dei trasporti e in considerazione delle necessarie sanificazioni degli impianti di climatizzazione e se esiste un controllo sulle fatturazioni di sanificazione per essere certi che vengono effettuate;
  9. controllare in che modo è assicurato il rispetto del distanziamento fisico tra passeggeri, vista la riduzione di numerose corse giornaliere con la conseguente disponibilità di operatori, la presenza e l’impiego di un doppio agente a bordo dei mezzi per controllare il rispetto delle misure di igiene (come l’utilizzo della mascherina protettiva) e distanziamento fisico ad ogni carico/ scarico viaggiatori;
  10. verificare la sospensione dell’attività di bigliettazione a bordo da parte degli autisti;
  11. garantire le misure per il rilevamento della temperatura corporea a passeggeri ed operatori e le conseguenti misure per la gestione dei passeggeri e degli operatori nel caso in cui sia rilevata una temperatura corporea superiore a 37,5°C;
  12. a mettere in atto misure in favore degli utenti del TPL volte al recupero della spesa per gli abbonamenti di marzo e aprile o a permutare gli stessi in nuovi abbonamenti qualora richiesto dagli utenti;
  13. a verificare la possibilità di consentire la ripresa del trasporto pubblico regionale/locale di linea ferroviario, automobilistico extraurbano, nonché del trasporto pubblico non di linea e dei servizi autorizzati (taxi, noleggio con conducente, autobus a fini turistici, inclusi i servizi atipici e il noleggio con/senza conducente),a pieno carico, limitatamente ai soli posti a sedere per i quali i mezzi di trasporto sono omologati, evitando comunque che vengano occupati posti vicino al conducente e fermo l’obbligo di usare a bordo protezioni delle vie respiratorie;
  14. a relazionare al Consiglio entro 20gg in merito alla gara regionale da attuare per il TPL, in particolare entro quanto tempo e come verrà data attuazione e quali delle disposizioni della nota S3874 del 29 aprile 2020 dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) verranno recepite e come. In apertura di seduta il Presidente della Regione Donato Toma ha dato notizia all’Aula di aver firmato due decreti riguardanti sia la composizione della Giunta regionale che la nomina del Sottosegretario alla presidenza della Giunta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

gioielli in argento faga gioielli
patronato cisal venafro cat sindacato
Maison Du Café Venafro
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Maison Du Café Venafro
colacem
patronato cisal venafro cat sindacato
gioielli in argento faga gioielli

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: