VENAFRO – Ss. Rosario, promesse e parole. Buono (Pd) “Ritorni un ospedale non una Rsa”

ss rosario venafro
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

VENAFRO – Quale la funzione dell’ospedale S.S. Rosario di Venafro, ogni giorno ne esce una nuova scritta nel libro dei sogni auspicata da questo o quel politico del posto o del circondario.

Per ora rimane lì come Rsa ancora tutta da riqualificare mentre in questi giorni sentiamo parlare di servizio ambulatoriale di diabetologia, ben venga. Ma nulla di eccezionale o di una postazione di radiologia, comunque utile, ma nulla di straordinario. I servizi del vecchio, nel senso storico della parola quale contenitore di prestazioni ospedaliere di primo livello e urgenza, sono ancora un traguardo e un ricordo lontano. Tutti promettono che ridiventerà tale ma dove e quando? Dove è scritto con gli impegni finanziari? E in questa situazione di confusione dove ognuno sa che tale non ritornerà mai, quasi tutti si esercitano a suggerire e promettere che domani o dopodomani o fra un mese sarà riconvertito coscienti che è un… utopia. Nel nuovo progetto operativo sanitario del Molise almeno per ora non c’è spazio per altro.

Stefano Buono del Pd di Venafro

“Non mi stancherò mai di ribadire la centralità della struttura ospedaliera del SS Rosario di Venafro nella riorganizzazione complessiva del servizio sanitario molisano. Lo abbiamo detto e chiesto con forza sia a Campobasso, davanti il Consiglio Regionale, che a Roma, s protestando in piazza che partecipando, poi, ad un tavolo tecnico al Competente Ministero della Salute: In entrambe le occasioni non abbiamo visto nè il Sindaco di Venafro nè altri Rappresentanti istituzionali della Città.

Penso però sia particolarmente utile mettere da parte la polemica e tentare di unire le forze per avanzare assieme una proposta di rivalutazione del nostro ospedale.

Credo sia indispensabile e doveroso coinvolgere anche gli operatori sanitari, veri conoscitori delle problematiche legate a questo tema complesso.

Ed è per questo motivo che consiglio al Sindaco di Venafro e Presidente della provincia di Isernia Ricci di cestinare la proposta che ha portato in consiglio Comunale, oggetto di apposita deliberazione, che Rappresenta un’elemosina e non certamente ciò che occorre al nostro territorio.

Nel Patto per la Salute abbiamo ormai già gli elementi e gli spazi di deroga al Decreto Balduzzi, precondizione per mettere in campo una proposta di riorganizzazione complessiva del servizio sanitario molisano che contenga le indispensabili risorse. Nel prossimo Piano Operativo Sanitario triennale, quindi, investire in modo particolare sul SS Rosario: struttura antisismica, posta a confine con altre Regioni, in grado di attrare pazienti da altri territori (producendo la famosa e positiva mobilità attiva), ospedale che storicamente riusciva a chiudere il bilancio in attivo.

Chiedere con coraggio e determinazione che diventi nuovamente ospedale facendo il bene non solo di Venafro e del suo Hinterland ma dell’intera Regione Molise. E’ stato formalmente chiesto, invece, tramite questa deliberazione di Consiglio Comunale, l’attivazione immediata della RSA e il potenziamento di alcuni servizi di laboratorio. In pratica si chiede ciò che è stato previsto nel precedente Piano sanitario, lo stesso che ha definitivamente sancito la fine di questo nosocomio, lo stesso che un tempo veniva contestato dallo stesso Ricci.

Appare del tutto evidente come ciò rappresenti una mortificazione per questo territorio ed una farsa dal punto di vista politico da parte di chi, evidentemente, ha smesso da tempo di lottare per la salvaguardia degli interessi della comunità che guida e dei diritti dei cittadini che amministra e li ha barattati con i suoi interessi personali.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Gabetti agenzia Venafro
patronato cisal venafro cat sindacato
Maison Du Café Venafro
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
gioielli in argento faga gioielli

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Maison Du Café Venafro
Gabetti agenzia Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
patronato cisal venafro cat sindacato
gioielli in argento faga gioielli

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: