SCUOLA – Firmato il decreto di ripartizione dei fondi per l’organico aggiuntivo, la FLC CGIL non condivide i parametri “Molise penalizzato”

mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – In data 5 agosto è stato firmato il Decreto Interministeriale di ripartizione dei fondi per l’assunzione del personale aggiuntivo legato alla ripartenza dell’attività didattica in presenza.

Le risorse complessive stanziate, sono state così ripartite tra gli Uffici Scolastici Regionali per il 50% sulla base del numero degli alunni presenti al sistema informativo del Ministero per l’a.s. 2020/2021, come comunicati dalla competente Direzione generale e, per il rimanente 50%, proporzionalmente sulla base delle richieste avanzate dagli Uffici Scolastici Regionali.

A livello nazionale, la FLC CGIL ha espresso un giudizio di contrarietà sul secondo criterio, perché non rappresenta un parametro oggettivo e lascia ampio spazio agli Uffici Scolastici Regionali, spesso condizionati da un presunto principio di virtuosità dell’amministrazione strettamente connesso al contenimento delle richieste, in una logica di risparmio e di riduzione della spesa.

Tale criterio di ripartizione sembra penalizzare ulteriormente la nostra regione, a differenza di quanto accaduto per altre regioni del sud: possiamo verificare che la percentuale di organico aggiuntivo che dipende dalle richieste regionali per Molise è dello 0,3%, addirittura inferiore a quella determinata dal parametro numerico del fabbisogno per alunni, che è dello 0,5%.

In totale, degli 879.840.000 euro stanziati come budget dei fabbisogni a livello nazionale per il 2020/21, al Molise sono stati attribuiti 3.615.794,75 euro.

“Insieme alle altre OO.SS, – scrive la FLC CGIL Molise – abbiamo chiesto esiti dei monitoraggi avvenuti a livello regionale finalizzati alla richiesta di organico aggiuntivo da parte delle scuole. Riteniamo che le risorse messe in campo non siano ancora sufficienti e che si debba provvedere, anche attraverso il DL sullo scostamento al Bilancio, a dare alla Scuola maggiori risorse da tradurre in ulteriore organico aggiuntivo (docente, educativo ed ATA) che permetta, in modo significativo, la riduzione degli alunni per classe, e l’igienizzazione dei locali, in modo da garantire una didattica in presenza ed in sicurezza.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: