GIORNALISTI – Per il rinnovo dell’Ordine regionale si vota il 27 settembre. Il programma della lista “Un ordine per la categoria”

editoria, giornalismo, informazione locale
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Ordine regionale dei giornalisti, il 27 settembre si voterà per rinnovare il Consiglio che successivamente al suo interno rinnoverà le sue cariche compresa la presidenza, e due rappresentanti per l’ordine nazionale.

Riportiamo di seguito i candidati e il programma inviatoci dalla lista “Un ordine per la categoria”.

“Dopo un importante confronto democratico, basato sulle prospettive della nostra professione e sulla volontà unanime di occuparsi unicamente della dignità dei giornalisti, abbiamo dato la disponibilità a candidarci alle prossime elezioni dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, che si terranno il 27 settembre 2020, in una formazione che condivide l’obiettivo primario di “Un Ordine per la Categoria”.

Il ragionamento fatto in queste settimane ha coinvolto tutti i settori dell’editoria locale, fortemente minati da una crisi di settore, degli uffici stampa e dei liberi professionisti, giungendo ad una sintesi comune che ci porta a presentare la nostra idea di “Ordine”, con una premessa sostanziale che ci guiderà in tutta la campagna elettorale: noi non ci candidiamo “contro qualcuno” ma in favore dell’intera categoria giornalistica molisana.

Il nostro progetto in sintesi:

 CONCORDIA E UNITA’ DI INTENTI

La gravissima crisi che la professione sta attraversando esige che tra i colleghi prevalgano concordia, distensione e unità d’intenti. E, quando possibile, anche la fine dei contrasti di natura puramente personale, ove essi contribuiscano a minare la serenità della categoria e il perseguimento delle finalità comuni.

LA FINE DELLE LITI GIUDIZIARIE

E’ indispensabile porre fine a un metodo, quello di ricorrere alle aule della giustizia, ordinistica e giurisdizionale, per comporre in sintesi la diversità delle opinioni. Per quanto possa apparire banale, la realtà dei fatti degli ultimi anni induce a ribadire che è solo dalla sintesi del libero e civile confronto democratico che possono ottenersi soluzioni a beneficio della categoria.

 UN ORDINE SOVRADIMENSIONATO

L’Istituzione dell’Ordine del Molise ha rappresentato lo snodo grazie al quale la professione ha visto sancita l’autonomia territoriale anche nel campo della professione giornalistica ma ora il rischio è la creazione di un organismo palesemente sovradimensionato rispetto alla scarse opportunità che offre il mercato editoriale molisano. E’ necessario che l’Ordine riOrdini il sistema, tenendo conto di norme e prescrizioni a cui non si può derogare.

Questo è in sintesi il nostro progetto, a cui va aggiunto l’importante aspetto della formazione professionale che deve rispecchiare la reale esigenza della categoria sull’aggiornamento e la conoscenza delle norme ordinistiche, professionali e sui nuovi mezzi di comunicazione.

Tutti questi aspetti di primaria importanza hanno portato alla candidatura, per il Consiglio regionale dell’Ordine, nella lista dei professionisti, dei colleghi Domenico Bertoni, Sergio Bucci, Annamaria Di Matteo, Pasquale Di Bello, Pasquale Florio e Maria Pia Tarasco; per i pubblicisti i colleghi Ferdinando Onorato, Pino Saluppo e Alfonso Sticca; per i Revisori dei Conti il collega Luigi Di Lallo; al Consiglio nazionale dell’Ordine, in quota professionisti, il collega Pietro Eremita.

Confermando il nostro senso di massima vicinanza all’intera categoria e avendo appreso che altri rispettabili colleghi alcune settimane fa hanno manifestato la stessa volontà di candidarsi all’Ordine, abbiamo ritenuto opportuno, dove ne condividevamo le scelte, evitare candidature alternative perché profondamente convinti che non esistano “steccati” insuperabili ma solo obiettivi positivi da raggiungere nell’interesse di tutti.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

patronato cisal venafro cat sindacato
Maison Du Café Venafro
colacem
gioielli in argento faga gioielli

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

gioielli in argento faga gioielli
colacem
Maison Du Café Venafro
patronato cisal venafro cat sindacato

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Aziende in Molise »

  • Maxi affari

    MAXI AFFARI

    by on
    Maxi affari srls SS85 Venafrana, 25+600 86077 Loc. Trivento Pozzilli (IS) © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Bar il Centrale Venafro

    BAR IL CENTRALE

    by on
    Bar il Centrale Corso Campano, 34 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 904280 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • power car officina meccanica venafro

    POWER CAR

    by on
    Power Car srls SS 85 Venafrana, 10 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 900951 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • ASSIKURA ASSICURAZIONI

    by on
    Assikura assicurazioni di Siravo Fabrizio Via Alessandro Volta n. 4, 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 250669 Cell. 335 1550250 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Forte Carni E Salumi La Porchetta

    FORTE CARNI E SALUMI LA PORCHETTA

    by on
    “Forte” Carni E Salumi La Porchetta Via Atinense, 86077 Pozzilli (IS) Telefono 371 3358072 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • La Taverna di Camillo

    LA TAVERNA DI CAMILLO

    by on
    La Taverna di Camillo Via Maria Pia di Savoia, 125 – 86079 Venafro (IS) Telefono 342 1267431 © RIPRODUZIONE RISERVATA
  • DIMENSIONE SPORT

    by on
    Dimensione Sport Corso Campano, 173 – 86079 Venafro (IS) Telefono 0865 902217   © RIPRODUZIONE RISERVATA
error: