ISERNIA – “Il futuro della città della cultura”, Kniahynicki a Lucca per due giorni

ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

CULTURA – Isernia, candidata a Capitale italiana della Cultura, domani e dopodomani parteciperà, rappresentata dall’assessore alla cultura Eugenio Kniahynicki, all’incontro «Il futuro delle città della cultura: tra visione e azione attraverso modelli di produzione culturale, abitare e turismo».

Si tratta di un convegno internazionale che si terrà a Lucca, nell’ambito di LuBeC 2020, e che sarà dedicato allo sviluppo e alla conoscenza della filiera “beni culturali – tecnologie – turismo”.

Organizzato in collaborazione con il Mibact, la Regione Toscana, gli Enti territoriali e numerosi partner nazionali e internazionali, il LuBeC si svolge su due giornate alternando workshop, laboratori tecnici, seminari, interviste, presentazioni e dibattiti, ai quali partecipano ogni anno circa duemila operatori pubblici e privati del turismo e della cultura.

In questo delicato momento di post-lockdown, la due giorni lucchese intende contribuire al dibattito, presentando e promuovendo soluzioni, strategie e strumenti a sostegno del sistema culturale e creativo, in relazione ai comparti del turismo, della produttività, dell’innovazione, della salute, della sostenibilità.

L’intervento dell’assessore alla cultura del Comune di Isernia, Eugenio Kniahynicki, è in programma per la mattina di venerdì 9 ottobre, all’interno del workshop “Incontro della Rete delle Città della Cultura, con un confronto con le candidate a Capitale Italiana 2022”. I temi che verranno analizzati sono quelli delle “Soluzioni e strategie dal Dossier di candidatura per la sostenibilità sociale nelle città dopo il Covid 19”.

«Relazionerò sul dossier della candidatura di Isernia a ‘Capitale italiana della cultura 2022’ – ha dichiarato Kniahynicki –. Mi soffermerò soprattutto sulle normative di contrasto al Covid da rispettare in ambito culturale, con specifico riferimento allo svolgimento di eventi e manifestazioni pubbliche. Partecipare al LuBec è un vanto per la nostra città, ed essere fra le ventotto città candidate a Capitale italiana della cultura rappresenta un momento importante del percorso di valorizzazione che l’intera amministrazione comunale sta portando avanti con grande impegno e dedizione. Il prossimo 12 ottobre – ha concluso l’assessore Kniahynicki si conosceranno le dieci città candidate che passeranno alla fase successiva. Incrocio le dita e attendo fiducioso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: