CALCIO serie D – Delle tre molisane il Campobasso prepara la fuga per rimanere solo in testa. Domenica arriva il Matese

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
DR F35 Promozione
Smaltimenti Sud
DR 5.0 Promozione
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro

CAMPOBASSO –  Con un Esposito incontenibile, il Campobasso supera agevolmente anche il Montegiorgio e conserva il primato in classifica generale, seppur in condivisione con Notaresco e Recanatese vittoriose in casa rispettivamente contro l’Atl. Terme Fiuggi e l’Atl. Porto Sant’Elpidio.

Con il 2 – 0 di domenica scorsa, che porta la firma di Zammarchi e Bontà, i rossoblu di mister Cudini conquistano il ventiduesimo risultato utile consecutivo e confermano il miglior attacco e la migliore difesa del girone con 10 gol all’attivo e appena uno subito.

Anche il Vastogirardi ha confermato le buone impressioni delle prime 3 partite di campionato. Squadra giovane ma grintosa, ben messa in campo da mister Prosperi e con ampi margini di miglioramento. Sono già 7 i punti in classifica generale per gli alto molisani che domenica scorsa, contro il Rieti, hanno conquistato i 3 punti senza mai subire il gioco degli avversari.

Deboli segnali di ripresa si sono registrati, invece, nell’Agnonese che, tuttavia, non stati insufficienti ad evitare la 4 sconfitta in campionato su altrettanti incontri. I granata di mister Senigagliesi hanno la peggior difesa, con 13 gol subiti, e – dopo il Rieti – il peggior attacco con un solo gol all’attivo, peraltro ottenuto con un autogol. Numeri allarmanti che obbligano la società ad intervenire sul mercato con acquisti importanti e di esperienza se si vuole tentare di raggiungere una salvezza che appare oggi molto difficile.

Qui Campobasso – Non è un caso che il Campobasso sia l’unica squadra del proprio girone ad aver già raggiunto la doppia cifra per quel che riguarda i gol segnati. Con un tridente di altissima qualità c’era da aspettarselo. Cogliati, Esposito e Vitali, o in alternativa Zammarchi, hanno confermato fin qui che l’intesa nel reparto d’attacco è quella giusta. Un potenziale notevole per questa categoria, che assicura spettacolo e tanti gol. E le cose non cambiano quando mister Cudini decide di dar respiro a questi giocatori. La scelta in panchina è varia e di assoluta garanzia.

Ma il bel gioco ed i gol vanno a braccetto con la robustezza del centrocampo e la solidità difensiva che fanno dormire sonni tranquilli ad allenatore e tifosi. Pochissime le sbavature registrate fin qui nei due reparti. Menna e Dalmazzi sono due autentici pilastri invalicabili. Fabriani e Vanzan hanno dimostrato di saper interpretare benissimo il modulo 4-3-3- e svolgere con diligenza entrambe le fasi di gioco, dando una grossa mano in copertura e proponendosi pericolosamente in avanti a sostengo delle punte. Bontà, Candellori e Brenci sono i padroni incontrastati del centrocampo. Ancora non sono riusciti a trovare degli avversari in grado di contrastarne la manovra. E per di più sono entrati tutti e tre nella classifica marcatori della propria squadra, con Bontà addirittura in testa a questa classifica con 3 reti di pregevole fattura messe a segno finora.

L’ultima proprio nel match di domenica scorsa contro il Montegiorgio, con un imperioso stacco di testa in area di rigore, che è valso il 2 a 0 definitivo del Campobasso.

Vittoria del collettivo, non c’è dubbio, ma anche la vittoria di……Vittorio. Si perché Esposito alla fine è risultato il migliore in campo. Sempre presente, autentica spina nel fianco della difesa avversaria, con le sue giocate ha dato brio e genio alla manovra d’attacco dei suoi.

Il giocatore ha forti stimoli qui a Campobasso, si è calato ed integrato molto bene nel gruppo del quale rappresenta ora un valore aggiunto”. Parla così di lui l’allenatore rossoblù Cudini che attribuisce allo stesso Esposito il merito di aver raggiunto una forma psico-fisica ideale che gli consente di affrontare ogni gara al massimo.

Temevo molto questo incontro – ha confessato ancora Cudini – e non mi è piaciuta la scarsa incisività che abbiamo mostrato soprattutto nel primo tempo a fronte delle tante occasioni da gol create e della gran mole di gioco prodotto”. Su questo aspetto il tecnico campobassano lavorerà in modo particolare in settimana consapevole che i troppi errori sotto porta potrebbero penalizzare la squadra, così come avvenuto nel match di Castelfidardo. E non ci si può permettere questo in un campionato che si preannuncia molto equilibrato nelle posizioni di testa, con Notaresco e Recanatese che non molleranno fino alla fine.

Non ha dubbi sullo strapotere del Campobasso l’allenatore del Montegiorgio, Eddy Mengo. “Sapevo che qui avremmo sofferto. Ma sono amareggiato per come abbiamo preso gol, a seguito di nostre ripartenze gestite male”. Queste le sue parole a caldo subito dopo la fine della partita.

Fra sette giorni i lupi saranno di scena ancora al Nuovo Romagnoli, contro il Matese, con l’obiettivo dichiarato di portare a casa altri tre punti importantissimi per continuare a guidare la testa della classifica e provare, chissà, anche ad allungare, viste le trasferte insidiose di Notaresco e Recanatese impegnate rispettivamente a Montegiorgio e Pineto.

Qui Vastogirardi – Non è stata affatto una partita semplice quella di domenica scorsa contro il Rieti. I laziali hanno messo in campo tutta la loro grinta e fisicità per contrastare il Vastogirardi ed impedire agli uomini di Prosperi di creare gioco. Le 6 ammonizioni rimediate dai granata, contro una sola del Vastogirardi, la dicono lunga sull’impostazione della gara voluta da mister Campolo. E ci è voluta tutta la qualità di Merkaj per risolvere la partita. L’attaccante è stato bravo prima a procurarsi il rigore e poi a trasformarlo regalando la vittoria di misura alla propria squadra.

Stimo mister Campolo perché è un allenatore serio e preparato e lo ha dimostrato mettendo in campo una squadra aggressiva, che ha coperto bene tutti gli spazi e impedendoci, almeno nel primo tempo, di creare ed imporre il nostro gioco”. Così Mister Prosperi ha commentato a fine gara la partita, mostrandosi soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi che non hanno commesso errori. Segno che la squadra sta crescendo sia come collettivo che nei singoli elementi e questo lascia ben sperare per il prosieguo del campionato.

Già domenica prossima il Vastogirardi sarà chiamato ad un’altra gara molto difficile. In programma c’è il derby dell’altomolise e di fronte ci sarà un’Agnonese che dovrà a tutti i costi fare risultato per togliere lo zero in classifica e iniettare fiducia nel morale di tutto l’ambiente.

 “Non sarà una partita facile – avverte Prosperi – Di fronte avremo una squadra rinnovata e rinforzata rispetto a quella vista nelle prime giornate di campionato. E questo grazie agli innesti voluti dai nuovi vertici societari che sono subentrati con il chiaro intento di dare una svolta a questa squadra e traghettarla verso una salvezza tranquilla”.

Qui Olympia Agnonese – Mai inizio di campionato fu più disastroso. I numeri sono impietosi, ma fotografano i valori espressi finora in campo dall’Agnonese. Continuando così non ci sarà scampo per i granata in questo campionato. E lo sa bene la società che ha preannunciato in settimana importanti novità sul fronte acquisti.

I rinforzi serviranno in tutti i reparti, inutile nasconderlo. E mister Senigagliesi sarà costretto agli straordinari per amalgamare bene la squadra. Il che sarebbe normale se avvenisse nella fase di preparazione pre-campionato. Un po’ meno a campionato in corso e con il peso dell’ultima posizione in classifica a zero punti.

Intanto qualche debole segnale di ripresa si è già registrato domenica scorsa. Se non altro perché la squadra è riuscita a contenere gli avversari e ad evitare di subire tanti gol. Alla fine il 2 a 1 rimediato a Castelnuovo Vomano è comunque un risultato che fotografa i reali valori espressi in campo, ma l’undici Agnonese è apparso più tonico rispetto alle prime tre uscite in campionato ed in grado di impensierire in diverse circostanze la retroguardia avversaria.

Ma per affrontare il campionato ci vorrà ben altro.

Ed in attesa di conoscere le mosse della società, domenica al Civitelle ci sarà un’altra partita da brivido contro il Vastogirardi, in un derby alto molisano tutto da seguire.

                                                                                                                       Luca Marracino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Futuro Molise
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
panettone di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: