VENAFRO – Bilancio di previsione rinviato, Buono (Pd) attacca “per mancanza documentale”. Risponde il sindaco Ricci ” Solo rinviato. Per altro leggetevi bene le carte!!

comune venafro
Maison Du Café Venafro
DR F35 Promozione
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
DR 5.0 Promozione

VENAFRO – Il bilancio di previsione triennale 2020-2021 non approvato e quindi rinviato per carenza documentale. A sostenerlo è il consigliere comunale di opposizione Stefano Buono presidente di Partecipazione democratica. Pesante la denuncia sull’accaduto.

“Al momento della votazione sull’ Ordine del giorno relativo e della proposta di delibera di Consiglio Comunale – puntualizza Buono – si è eccepita l’assenza di alcuni documenti che obbligatoriamente vanno allegati all’importante Documento contabile per essere legittimamente discusso e votato.

Non risultava depositata la tabella relativa ai parametri di riscontro della situazione di deficitarietà strutturale prevista alla lettera “d” dell’Art. 172 del T.U.E.L.

Risultava, inoltre, carente la documentazione prevista alla lettera “c” dell’Art. 172 del T.U.E.L.: ovvero l’indicazione, per i servizi a domanda individuale, dei tassi di copertura in percentuale del costo di gestione dei servizi stessi. La proposta di deliberazione di approvazione del bilancio richiamava una delibera di Giunta Comunale, la n. 82 del 24 Settembre 2020, quale atto avente ad oggetto la definizione di quanto previsto dalla citata lettera “c” dell’Art. 172 del TUEL. In realtà la Delibera di G.C. n. 82 risulta avere un oggetto differente rispetto a quanto affermato: definisce infatti solo ed esclusivamente i costi di mensa scolastica e trasporti. Dopo un’interruzione di oltre un’ora del Consiglio Comunale, richiesta dal Sindaco per verificare la veridicità circa la carenza documentale, lo stesso si è visto costretto a proporre un rinvio dell’ ODG inerente approvazione del bilancio previsionale per carenza documentale.

Il Documento Unico di Programmazione 2020-2022, che è stato approvato con i voti della sola maggioranza, risulta essere completamente inconsistente e, addirittura, un patetico copia e incolla di allegati al D.Lgs 118/2011. Al suo interno non vi è alcuna chiara indicazione circa l’attività di guida strategica ed operativa dell’Ente né tantomeno le scelte di valore che dovrebbero guidare l’azione e gli obbiettivi di fondo che si intendono raggiungere nell’arco del mandato. Le grandi criticità strutturali del comune di Venafro e le azioni da mettere in campo per risolverle non sono neanche contemplate all’interno dell’importante Documento di programmazione.

Copia e incolla anche per quanto riguarda il Piano triennale delle opere pubbliche. Si prevedono costi per l’annualità 2020 di opere che non hanno ancora ricevuto il relativo finanziamento e di altre che non sono neanche in fase progettuale. Imbarazzante, all’interno del piano triennale delle opere pubbliche, il riferimento al centro di raccolta per la differenziata dei Comuni di Venafro, Conca Casale, Pozzilli e Sesto Campano. Peccato sfugga alla Giunta di Venafro che Pozzilli e Sesto campano non sono interessati, non facendo parte della Centrale Unica di Committenza, dal servizio di raccolta differenziata. Non risultano mai presentate le linee programmatiche, obbligatorie ai sensi dell’art. 46 c. 3 del TUEL, che, contenendo gli obbiettivi strategici, dovrebbero rappresentare la cornice entro la quale tutti gli altri atti di programmazione vengono deliberati”.

E subito è arrivata la risposta del sindaco di Venafro Alfredo Ricci.

“La discussione del bilancio è stata rinviata per motivi meramente formali. La tabella sui parametri di deficitarietà è un documento già approvato dal Consiglio Comunale lo scorso settembre in sede di rendiconto e correttamente richiamato nella delibera di approvazione del bilancio di previsione. Ieri sera si è contestato che quel documento, anzi è meglio dire quel foglio, perché di ciò si tratta, non fosse materialmente disponibile quando un Consigliere si è recato al Comune per visionare gli atti. Il documento c’era ma qualcuno dice di non averlo trovato. Allo stesso modo, la percentuale di copertura dei servizi a domanda individuale risulta chiaramente dal bilancio .

Ovviamente per potersene accorgere bisogna sapere leggere il bilancio e ieri sera abbiamo constatato ancora una volta che non tutti hanno la capacità di farlo. Ad ogni modo, a scanso di equivoci, onde consentire a tutti di stare sereni, abbiamo disposto il rinvio della discussione al prossimo Consiglio. Con la massima serenità (almeno da parte nostra). Quanto al DUP, è difficile parlare di obiettivi amministrativi con chi da due anni e mezzo è completamente assente dalla vita amministrativa del Comune , quando ha avuto la possibilità di lavorare per il bene della Città è stato completamente inerte e passivo ed è scappato dall’impegno, trovando più agevole evidentemente pontificare su Facebook anziché darsi da fare per Venafro.

Lavorare per i cittadini è cosa complicata per chi non ha voglia di care nulla. Per l’Amministrazione parlano i fatti,  oltre 12 milioni di euro di finanziamenti nuovi per cui sono state avviate le relative procedure , un servizio di raccolta differenziata porta a porta che dopo decenni di immobilismo sta per cominciare , una città che affronta con determinazione anche l’attuale periodo emergenziale con orgoglio e serenità , a fronte di chi da quando c’è questa pandemia non si è mai fatto vedere. Andiamo avanti, nella consapevolezza che i fatti ci stanno dando ragione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone artigianele natale di caprio
Futuro Molise
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: