AGRICOLTURA – 4 milioni di euro di aiuti a circa 1000 allevatori

pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Aiuti temporanei eccezionali a favore di agricoltori e piccole e medie imprese particolarmente colpiti dalla crisi derivante dalla pandemia epidemiologica.

Le misure e le iniziative sono state spiegate stamane nel corso di una videoconferenza stampa dal presidente Toma e l’assessore all’agricoltura Cavaliere.

“Di solito, in tema di crisi, l’attenzione è sempre focalizzata sulle attività industriali e commerciali, ed è giusto che sia così, – ha detto Toma – perché il settore risulta essere fortemente colpito.  Tuttavia, non dobbiamo dimenticarci degli agricoltori e della filiera agroalimentare, punto di riferimento e motore del Molise, ma direi dell’intero Paese.

Il Regolamento (UE) 2020/872 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 giugno 2020 ha introdotto una modifica al regolamento (UE) n. 1305/2013 con una misura specifica volta a fornire un sostegno temporaneo eccezionale nell’ambito del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR).

Il sostegno ha la finalità di fornire un’assistenza di emergenza agli agricoltori e alle PMI particolarmente colpiti dalla pandemia e di garantire la continuità delle loro attività economiche.

La Regione Molise ha inteso avvalersi di tale opportunità e ha proposto l’introduzione della Misura 21 nell’ambito del PSR 2014-2020. L’obiettivo è quello  di dare una risposta alla situazione di crisi che, in conseguenza delle chiusure e delle restrizioni alla circolazione delle persone, sta colpendo in modo particolare il settore agricolo determinando, altresì, effetti negativi sulle aree rurali.

Gli agricoltori e le imprese rurali, con particolare impatto su quelle zootecniche, sono stati colpiti in modo straordinario. Le restrizioni, nonché le chiusure obbligatorie di negozi, mercati all’aperto, ristoranti, hotel e catering, hanno creato perturbazioni ai mercati dei prodotti agricoli e hanno causato problemi di liquidità, particolarmente impattanti per le aziende del settore zootecnico, in gran parte integrate nelle filiere corte regionali, che hanno maggiormente risentito degli effetti della chiusura.

Criticità ed esigenze emerse fortemente anche nei Tavoli verdi convocati dall’Assessorato all’agricoltura per discutere e individuare soluzioni a tale emergenza.

Nello specifico la Misura 21 del PSR 2014-2020 interviene nell’ambito del settore zootecnico in considerazione dei particolari disagi che questo settore ha subito, tenuto conto che la localizzazione di tali aziende è nella gran parte dei casi situata nelle aree interne e montane e che le stesse contribuiscono fortemente al mantenimento del tessuto socio-economico di tali aree e della loro biodiversità.

Inoltre, vi è da considerare  il problema di liquidità del settore zootecnico,  che non ha potuto contare su una contrazione dei costi nel periodo di chiusura, dovendo comunque assicurare agli animali le normali cure, richiedendo, di conseguenza, il mantenimento della forza lavoro.

Anche sulla base di questi elementi, l’intervento viene reso accessibile agli agricoltori dei settori zootecnici:

– allevamento bovino e bufalino (produzione latte e carne);

– allevamento ovicaprino (produzione latte e carne);

Complessivamente, gli allevatori molisani interessati sono stimati in circa 1000, mentre la dotazione finanziaria prevista è pari a 4 milioni di euro.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: