ISERNIA – Ecco perché Sonia De Toma non è più assessore, il sindaco d’Apollonio “È venuta meno la fiducia”

Maison Du Café Venafro
pasta La Molisana
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
eventi tenuta santa cristina venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

ISERNIA – Una conferenza stampa chiarificatrice quella di stamattina, organizzata dal sindaco Giacomo d’Apollonio per spiegare le motivazioni della revoca dell’ormai ex assessore Sonia De Toma.

“Volevo riportare nell’alveo della verità la situazione sgombrando il campo da accuse o strani comportamenti – spiega il sindaco Giacomo d’apollonio – Ribadisco che la revoca è dovuta in seguito al venir meno del rapporto di fiducia politica che io avevo risposto in lei“.

L’ex assessore, secondo quanto riportato dal sindaco, aveva rotto, da circa un anno e mezzo, i rapporti con il gruppo consiliare di riferimento, lo stesso in cui era stata eletta sin dall’inizio. La stessa De Toma, infatti, pur non essendo la più votata di “Isernia in Comune” era stata inserita in giunta proprio tenendo conto del rapporto fiduciario tra lei e il sindaco.

C’era un comportamento distante, non chiarito neanche fuori dall’organo giuntale, che faceva intendere un allontanamento dalla linea politica di questa amministrazione.continua d’Apollonio – Questa motivazione, già un anno fa, poteva comportare il suo allontanamento specie quando votammo il piano anticorruzione, fondamentale per il comune. Lei, infatti, non diede il suo voto e addirittura uscì dall’aula”.

Ciò che ha infastidito particolarmente il sindaco è stato il riferimento, a mezzo stampa, fatto dall’avvocato de Toma in merito alla nomina del Nucleo Integrativo di Valutazione, delibera “sparita” dall’albo pretorio, non per volere dell’amministrazione ma per volere del segretario generale: l’atto in questione, dopo l’analisi da parte del dirigente, è risultato non in linea con i regolamenti nazionali e per questo vi è stata la necessità di ritornare un giunta per modificare.

L’ex assessore, dal canto suo, quasi sfidando il sindaco, aveva parlato di strane manovre di ripicca, da parte del primo cittadino, nei suoi riguardi e nei riguardi della discussione da lei posta in essere a riguardo della delibera precedentemente citata. Il sindaco ha smentito tutto questo definendo le motivazioni espresse dalla De Toma come “un pretesto”.

L’ex assessore De Toma era, quindi, portavoce dell’idee di qualcuno che non si è mai scoperto – conclude Giacomo d’Apollonio – In merito alla sua adesione a Fratelli d’Italia le faccio i miei auguri ma ci sono scenari che non conosciamo e che scopriremo in futuro. Io non me lo spiego vist’anche che la mia amministrazione è da sempre appoggiata da Fratelli di Italia e questo è testimoniato anche dalla presenza di un assessore del partito in questione”

Per il momento le deleghe un tempo di competenza della De Toma restano nelle mani di Giacomo d’Apollonio ma fra non molto verranno ripartite tra gli altri assessori. Si escludono assolutamente nuovi ingressi in Giunta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: