VENAFRO – Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, la Palazzina Liberty s’illumina di rosso

palazzina liberty venafro violenza sulle donne
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

VENAFRO – Poche le manifestazioni quest’anno per ricordare la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

In presenza sono quasi impossibile, ci saranno incontri on line, eventi simbolici – panchine colorate di rosso, drappi rossi alle finestre, scarpe rosse in luoghi pubblici, messaggi televisivi e sui social -, tutto però concorrerà a rafforzare la considerazione che ancora si è lontani dalla parità di genere, che ancora sopravvive, anche subdolamente, la visione patriarcale della società.

Ma l’amministrazione comunale, oltre a iniziative concrete che saranno attuate in tempi quanto più prossimi in relazione ai decreti nazionali, dal 25 novembre al 10 dicembre illuminerà di rosso la Palazzina Liberty, uno dei luoghi simbolo di Venafro.

“La palazzina Liberty rossa sarà a ricordare che bisogna crescere insieme, che l’amore non deve essere rinuncia di sé stessi, che l’amore malato deve essere allontanato e che non ci si deve vergognare a chiedere aiuto. – dice Annamaria Buono consigliera delegata alle Pari Opportunità – La violenza non deve essere considerata privata, è una violazione dei diritti umani e come tale va affrontata. Per questo l’illuminazione fino al 10 dicembre, Giornata mondiale dei diritti umani: una staffetta che fissi l’attenzione che la violenza sulle donne è una violazione dei diritti umani. Di più, – continua la consigliera delegata alle Pari Opportunità al comune di Venafro – sembra estendersi la confusione degli uomini che hanno un malinteso concetto dell’amore, che non capiscono che la donna è un essere umano distinto, non è proprietà dell’uomo, che rispettare una donna significa riconoscerle il diritto di scegliere. In questi lunghi mesi di chiusura, di confinamento obbligato in casa di coppie ormai finite, con la quasi impossibilità di chiedere aiuto e di allontanarsi da soprusi e violenze fisiche e psicologiche, molte sono state le tragedie domestiche.

A tutt’oggi e da gennaio le vittime sono state 91.

91 donne uccise in gran parte da uomini che avevano giurato di amarle e di rispettarle. È ancora lunga purtroppo – conclude Buono – la strada perché uomini e donne possano finalmente sentirsi alla pari, una strada che deve includere cultura, consapevolezza di sé e autonomia economica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: