Maradona e l’offerta shock del Venafro Calcio, era il 1992. Arrivò un clamoroso fax al Napoli

Maradona, offerta shock, Venafro Calcio, fax, Napoli
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
eventi tenuta santa cristina venafro
Smaltimenti Sud
Maison Du Café Venafro

VENAFRO – Lo stretto legame tra Maradona, Venafro e i venafrani nel corso degli anni. Una sequenza di immagini e ricordi che inorgogliscono oggi coloro che li hanno vissuti da protagonisti.

Prima il telegramma negli anni ’90 dell’US Venafro per l’acquisto dell’asso argentino in rotta con Ferlaino, quindi il figlio Diego Armando jr a giocare con la maglia del Venafro, poi la presenza di Cristiana Sinagra, madre di Diego Armando jr, sugli spalti del “Del Prete” a seguire le partite del figlio, sino alle tante battute di caccia del fuoriclasse sudamericano nelle tenute boschive della Tenuta Pignatelli.

Iniziamo. Si era negli anni ’90, l’asso argentino continuava a vincere ed a strabiliare il mondo intero fino a che si sarebbe arrivati -è quanto si leggeva sui giornali dell’epoca- ad un sorta di rottura tra Maradona e Ferlaino, allora Presidente del Napoli Calcio, tanto da ipotizzarsi sui media del tempo la possibile vendita di Maradona ad altro club italiano. La cifra però era esorbitante -si parlava di decine di milioni di lire- e la presunta operazione non si concludeva. Ecco allora venir fuori un modesto club dilettantistico dell’Italia meridionale, l’Unione Sportiva Venafro presieduta da un tifosissimo napoletano, che senza indugi trasmise un fax al Napoli Calcio offrendo milioni per l’acquisto dell’asso argentino! La cosa andò a finire sui maggiori quotidiani sportivi italiani ed il Corriere dello Sport mise la notizia addirittura in prima pagina, con tanto di cartina della Penisola e l’indicazione della posizione geografica di Venafro! La ribalta fu prima nazionale e quindi internazionale, con commenti di ogni genere!

Passano gli anni, Maradona continua a vestire la maglia del Napoli ed un bel giorno entra in gioco ancora l’US Venafro, ingaggiando Diego Armando Jr centrocampista e figlio di Maradona. Il ragazzo veste così la maglia azzurra (come il padre …) del Venafro, nel quale milita un anno intero giostrando a centrocampo con più che soddisfacenti rendimenti e seguito ogni domenica dalla madre Cristiana Sinagra, puntualmente presente sugli spalti del “Del Prete” di Venafro per assistere alle applaudite giocate del figlio, successivamente passato nel calcio a cinque campano.

Quindi il fuoriclasse argentino ancora presente nel Venafrano, seppure in altro ambito. Maradona era infatti appassionato di caccia e sovente raggiungeva la Tenuta Pignatelli a Mastrati nell’alto Casertano al confine col Venafrano per la propria particolare passione venatoria. Infine i tanti momenti, i numerosi scatti fotografici dell’asso sudamericano coi suoi tifosi venafrani, tra cui l’appassionatissimo Fernando “Fremmete” Di Raffaele, come la foto attesta. Un legame bellissimo, quello tra Maradona, Venafro e i venafrani, a ribadire lo spessore socio/sportivo dell’uomo e del calciatore, purtroppo finito prematuramente.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: