VENAFRO – Tanti “Cotugno” nella storia amministrativa venafrana

VENAFRO, Cotugno, cognome, politici venafrani
ristorante il monsignore venafro
Maison Du Café Venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
faga gioielli venafro isernia cassino

VENAFRO – Pur non intrattenendo tra loro alcun rapporto di parentela, i “Cotugno”, sono tanti e diversi impegnati in questi ultimi tempi in faccende politico/amministrative.

Ma preliminarmente ne va segnalato uno, non impegnato sotto il profilo politico bensì per i suoi trascorsi storico/religioso/letterari e quindi per il proprio tasso intellettivo. Il riferimento è per il canonico e teologo Gabriele Cotugno, nei secoli trascorsi Parroco della più famosa chiesa venafrana ed autore di “Memorie istoriche di Venafro”, testo edito ai primi dell’800 dall’allora Senato del Regno d’Italia e preziosissimo per la ricchezza d’informazioni assolutamente attendibili che riporta.

Citato siffatto illustre venafrano passiamo ai Cotugno dei giorni nostri, a conferma appunto del succedersi in vari ambiti amministrativi di personaggi che portano tale cognome. Ecco così venir fuori Vincenzo Cotugno, già sindaco di Venafro ed attuale assessore regionale al turismo e alla cultura nonchè vice presidente della Giunta regionale. Poi, Nicandro Cotugno, oggi consigliere comunale di minoranza dopo essere stato primo cittadino venafrano in precedenti amministrazioni municipali e, infine, l’agricoltore Raffaele Cotugno, fresco di nomina al vertice del locale Consorzio di Bonifica. Quattro Cotugno in enti e situazioni diverse oltre che in tempi differenti ad attestare quanto sia diffuso siffatto cognome a Venafro.

Chiudiamo con la recentissima nomina di un Cotugno, quella appunto del coltivatore diretto Raffaele, alla presidenza del Consorzio di Bonifica della Piana di Venafro. Con siffatta designazione si chiude in tale ente l’era di proprietari terrieri e latifondisti che da sempre avevano caratterizzato vita, politica ed indirizzi della bonifica venafrana e del Molise occidentale in generale. Di contro prende il via quella di agricoltori, coltivatori diretti, imprenditori ed operatori agricoli che da tempo premevano per la gestione diretta dell’ente preposto alla gestione ed al futuro dell’economia di settore, quella agricola appunto. Il tempo dirà se la scelta ed il cambio d’indirizzo appena operati siano stati quelli giusti e più oculati.

Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: