Emergenza ambientale, Legambiente Molise “La Regione deve potenziare l’Arpa e gli Uffici regionali di settore”

inquinamento
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro
Smaltimenti Sud
faga gioielli venafro isernia cassino
ristorante il monsignore venafro

CAMPOBASSO – “Bene che in Consiglio Regionale si parli di questi temi, ma serve potenziare l’Agenzia di Protezione Ambientale del Molise e le strutture regionali di governo del territorio con i fondi del Recovery Fund”.

A comunicarlo con una nota è Legambiente Molise che lancia l’allarme e invita la Regione ad una seria e corretta programmazione nel settore con investimenti certi e mirati sulle tematiche più scottanti. Plaude alla mozione “a tema ambientale” approvata ieri in Consiglio regionale ma osserva e fa un appello.

Il monitoraggio del territorio, la programmazione delle norme necessarie a tutelare l’ambiente e la realizzazione di opere ed impianti cruciali per lo sviluppo economico sostenibile della Regione non possono prescindere dal garantire una elevata efficacia ed efficienza delle Pubbliche Amministrazioni.

“Pensiamo innanzitutto al ruolo centrale che ha l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale – A.R.P.A. Molise, inserita nel più ampio Sistema Nazionale di Protezione Ambientale – SNPA, che evidenzia carenze in termini quantitativi di risorse umane ed economiche ad essa destinate dal governo. – si legge in una nota di Legambiente Molise – La tutela ambientale necessita di competenze multidisciplinari, del ricorso a tecnologie ed attrezzature specifiche per la predizione degli effetti legati a nuove opere e di misure scientifiche per la caratterizzazione delle varie componenti ambientali.

Il potenziamento dell’A.R.P.A. Molise, oltre a intensificare l’efficacia delle azioni di monitoraggio e tutela del territorio, potrebbe essere utile per favorire una valutazione razionale degli effetti relativi ai nuovi insediamenti, contrastando i diffusi fenomeni di protesta Not In My Back Yard –NIMBY-, molte volte basati sul “sentito dire” o sulla repulsione verso alcuni temi, quali, ad esempio, il trattamento dei rifiuti o la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Come si evince dalle Linee guida per la definizione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (il programma di investimenti che l’Italia deve presentare alla Commissione europea nell’ambito del Next Generation EU) è obiettivo del Governo potenziare le performances della Pubblica amministrazione. In linea con detto obiettivo, e grazie ai fondi europei, la Regione Molise dovrebbe valutare, di dotare l’ARPA delle risorse necessarie e potenziare gli uffici regionali che si occupano di ambiente e territorio, quanto mai a corto di personale in questo periodo, così da favorire lo sviluppo e il governo degli investimenti infrastrutturali che saranno finanziati dal Fondo nel settore ambientale. Un settore ricco di opportunità nel territorio e per il territorio. – conclude Legambiente Molise – I fondi messi a disposizione con il Recovery Fund sono l’opportunità da non perdere”.

 

 

CAMPOBASSO – Emergenza Ambiente, Legambiente lancia l’0allarme e invita la Regione ad una seria e corretta programmazione nel settore con investimenti certi e mirati sulle tematiche più scottanti. Plaude alla mozione a tema approvata ieri in Consiglio regionale ma osserva e fa un appello

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
panettone di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
panettone artigianele natale di caprio
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: