COVID 19 – Fratelli d’Italia, protesta al Vietri di Larino “Toma non ci ha ascoltato”

vietri fratelli d'italia
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
pasta La Molisana
Maison Du Café Venafro

COVID 19 – In netto contrasto e ormai in rotta con il resto della maggioranza, Fratelli di Italia ha organizzato questa mattina a Larino una manifestazione, davanti l’ospedale Vietri, per parlare dell’assenza in regione di un centro Covid e anche dell’assenza della terapia intensiva no-Covid al Cardarelli di Campobasso.

Presenti il Coordinatore regionale FDI Filoteo Di Sandro, il consigliere regionale Michele Iorio, l’esponente Massimiliano Scarabeo, il sindaco di Larino Pino Puchetti, comitati e cittadini. Tutti spinti dalla volontà di convincere le istituzioni a meditare su decisioni prese in precedenza che si sono rivelate poco lungimiranti, specie se si tiene conto dei dati di contagio e mortalità sul territorio nazionale.

E’ evidente, quindi, come fatta eccezione per l’assessore Quintino Pallante, gli altri militanti noti di FDI siano distanti dal governatore Toma e dal modello di gestione dell’emergenza Coronavirus.

“Siamo qui per prendere una posizione critica nei confronti del Governo Regionale che ha scelto in maniera diversa rispetto a una decisione del Consiglio Regionale e rispetto a una decisione di oltre 100 sindaci, cioè quella di utilizzare il Vietri di Larino per un centro Covid unico regionale” – spiega il coordinatore regionale FDI Filoteo Di Sandro.

“Larino era la soluzione che avevamo voluto lanciare in Consiglio Regionale attraverso un mio emendamento che è stato prima approvato e poi disatteso dal Presidente della Regione, il vero responsabilità della mancata scelta di Larino. – dichiara invece il consigliere Iorio – Una scelta oculata, una scelta per il futuro. Proiettata attraverso l’idea di un Molise che deve continuare a essere un centro di riferimento per più regioni viste le nostre dimensioni. Era un’opportunità per lo studio delle malattie infettive che ormai sono entrate nel riordino della sanità.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
colacem
panettone di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: