ISERNIA – Strisce blu, comitati e sinistra contro il sindaco: “E’ tutto illegittimo e disastroso”

isernia, strisce blu, centro sinistra, amministrazione,
faga gioielli venafro isernia cassino
Smaltimenti Sud
ristorante il monsignore venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Maison Du Café Venafro
eventi tenuta santa cristina venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia

ISERNIA – Dopo la notizia dell’avvio di un’indagine della Procura, comitati e rappresentanti dei partiti di centro-sinistra hanno tenuto una conferenza stampa, questa mattina, per denunciare i presunti abusi di ufficio di sindaco e giunta in merito alla questione delle strisce blu e della concessione alla ditta AJ Mobilità.

Per i presenti, infatti, l’apertura di un fascicolo della magistratura rappresenta “una mezza vittoria” che prova l’ingiustizia sociale delle soste a pagamento in una città in ginocchio con i negozi che chiudono e il commercio in agonia. Per loro le strisce blu sono catene da spezzare oltre che un abuso.

“Il sindaco, che è il rappresentante legale dell’ente e che quindi può decidere insieme alla sua giunta,  – ha osservato il consigliere comunale dei Cinque stelle Mino Bottiglieri – in realtà che cosa fa? Prima delibera questo scempio delle strisce blu e poi si autodenuncia perché probabilmente rileva che c’è qualcosa che non va. Ecco, questo è il paradosso che sottolinea completamente tutta la situazione e quindi l’ingiustificata sottoposizione dei cittadini al pagamento delle strisce blu che fatte in questo modo sono assolutamente deleterie”

“Ciò che più interessa è l’aspetto fallimentare di questa politica cittadina, di questa amministrazione che mette le mani in tasca ai cittadini e lo fa in maniera sproporzionata. Questo perchè i parcheggi all’aperto sono aumentati da 642 a 757. Sono 115 in più. – ha aggiunto Oreste Scurti di Italia in Comune  – L’amministrazione come giustifica ciò? Chi ne beneficia? Sicuramente non i cittadini!”

“Questa vicenda non solo colpisce la nostra attenzione ma fa soprattutto capire l’ inettitudine, l’incapacità amministrativa di questa classe politica del comune di Isernia. –  le parole dell’esponente PD Maria Teresa D’Achille – Ne è testimonianza l’offerta economica migliorativa che la società ha proposto e ha ottenuto rispetto ai lavori che avrebbe dovuto realizzare per circa 1.200.000 euro, ovviamente lavori che non si sono più utilizzati perché nel frattempo il contratto non è stato più sottoscritto”.

“E’ chiaramente sbagliata la delibera istitutiva dei parcheggi blu perchè non dimostra l’interesse pubblico di tali soste. Inoltre, la tariffa, indicata nella delibera del consiglio comunale, è di 80 centesimi frazionabili  ma è valida solo per l’anno 2018. Ciò significa che negli anni a venire la ditta non può pretendere nessuna quota da chi parcheggia negli stalli blu e di conseguenza sono abusivi anche i cartelli che indicano la quota oraria da pagare. – spiega Feliciantonio Di Schiavi della Fiadel – La ditta, quindi, sta ancora svolgendo un lavoro miliardaria, per conto del comune, in assenza di un contratto.”

“Vogliamo sottolineare la necessità che questa popolazione di Isernia si mobiliti per rovesciare questo sistema di potere locale – chiosa Tiziano di Clemente del Partito Comunista dei Lavoratori –  Vogliamo poi ricordare chi ha votato la delibera e che ha aperto la strada a questo disastro sociale sono: il partito fascista di Fratelli d’Italia, gli attuali leghisti in consiglio comunale e tutte quelle liste civiche che fanno capo alla destra compresa quella della finta opposizione melogliana”.

“Stiamo andando per le lunghe. Questa partita deve essere chiusa perché è tutto illegittimo e tutto e tutto antisociale, quindi a presto ci vedremo sotto il tribunale” – minaccia, in conclusione, l’attivista Emilio Izzo.

Dopo aver letto le loro parole non sarà, forse, giusto e sponteneo immaginare che la questione delle strisce blu rappresenterà l’argomento di coesione che porterà partiti e liste riconducibili al fronte ampio della sinistra a scendere in campo uniti alle prossime amministrative di primavera?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
colacem
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
panettone artigianele natale di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: