COVID 19 – La riapertura delle scuole: come e quando?

Maison Du Café Venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
eventi tenuta santa cristina venafro
ristorante il monsignore venafro
sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

REGIONE – Uno degli argomenti più frequentemente trattati è, al giorno d’oggi, la riapertura delle scuole e la normale ripresa dell’attività didattica.

Ma come e quando avverrà questo?

Il Presidente Della Regione Donato Toma ha, per il momento, posticipato la riapertura al 18 Gennaio. Ma ciò avverrà davvero in questa data? E, se sì, quali saranno le condizioni? Non c’è nulla di certo: a detta dell’amministrazione regionale la situazione è molto fluida.

L’Assessore Regionale Pallante, delegato ai trasporti, si esprime così:

I trasporti sono fondamentali affinché le scuole possano riaprire in sicurezza. Due studenti su tre necessitano del buon funzionamento dei trasporti pubblici per potersi recare nelle istituzioni scolastiche e, come ben sappiamo, sono proprio questi i luoghi a più alto rischio di contagio. 

Ringrazio i Prefetti di Isernia e Campobasso: è grazie a loro se il nostro lavoro si è potuto compiere. Contiamo di aggiungere altre 85 corse, oltre quelle che svolgiamo regolarmente, in entrambe le province. Non vi sarà un orario di ingresso differenziato – ci siamo accordati anche con il Dirigente USR Sabatini – poiché i tragitti da compiere non ci permetterebbero di organizzare più corse in orari diversi dagli attuali. Con delle corse bis saremo pronti, seppur non senza difficoltà. La stagione invernale complica le cose, ma noi abbiamo un piano.”

Ma che cosa ne pensano i Dirigenti Scolastici?

Sergio Genovese, Dirigente dell’Istituto Superiore “Mario Pagano” di Campobasso, si esprime così: 

“Tutto è incerto. Io sono del parere che in questo contesto non si possano avere certezze, non possiamo avere speranze concrete. La priorità è, ovviamente, la salute. Coloro che sono fermamente sicuri nella ripresa della situazione sono meri intellettuali di salotto. Le scuole sono sicure? Non possiamo esserne certi, non abbiamo avuto controlli. Stesso nelle mie scuole vi sono stati circa una decina di casi. Dobbiamo far sì che si arrivi alla sicurezza totale dei nostri studenti affinché riaprano gli istituti scolastici.”

Carmelina Di Nezza, Dirigente dell’ISIS Majorana – Fascitelli, afferma:

Uno dei momenti più difficili in assoluto della scuola. Gli studenti, ovviamente, non lo stanno accettando. Come Sergio, ritengo che la salute debba essere preservata e questa è molto probabilmente la motivazione che ha portato l’Amministrazione Regionale a fare le proprie scelte. Ma, allo stesso tempo, i documenti che attestano che le scuole abbiano rispettato appieno le norme esistono. Nelle scuole non vi sono stati più contagi che altrove. Le scuole sono pronte per essere aperte. Se non si procede alla messa in sicurezza dei trasporti le positività saranno, però,  inevitabili. La scuola non veicola il contagio, il problema è tutto quello che c’è intorno.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
panettone di caprio
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino
venafro farmaciadelcorso glutenfree

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: