Saldi, Adoc “Partenza a rilento e acquisti in calo”

sanificazione disinfezione pulizia venafro isernia
Smaltimenti Sud
eventi tenuta santa cristina venafro
Maison Du Café Venafro
ristorante il monsignore venafro
faga gioielli venafro isernia cassino
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – Sono partiti i saldi invernali e l’Adoc evidenzia una forte contrazione della spesa, diretta conseguenza della crisi economica in corso e delle restrizioni imposte dai decreti e, tra l’altro, i cittadini a saldi iniziati sembrano volersi tenere lontani dal rischio di assembramenti.

Senza contare la concorrenza dell’e-commerce, un settore che riesce a fare affari tutto l’anno rispetto ai negozi fisici, dato che sul web è sempre possibile approfittare di offerte.

Circa il 45% dei consumatori effettuerà acquisti a saldo online. Un dato che non sorprende vista la situazione che stiamo vivendo.

Per Adoc quest’anno, ancora più dei precedenti, i piccoli esercizi continueranno a soffrire gli effetti della crisi.Il rito dell’acquisto a saldo risulta fortemente depotenziato, a causa di una pluralità di motivi.

Primo fra tutti la combinazione tra redditi bassi e spese primarie e irrinunciabili elevate, come quelle sostenute per alimentazione, casa, trasporti e tasse, che quindi non permette alle famiglie italiane di destinare grosse cifre agli extra. Senza dimenticare che circa seicento/settecento mila famiglie nel nostro Paese si trovano in forte difficoltà economica.

L’Adoc evidenzia come i beni che sembrano non accusare gli effetti della crisi sono quelli acquistabili in negozi di elettronica, di sport e di prima necessità.

Sono saldi all’insegna della confusione creata dal susseguirsi dei decreti del Governo che destabilizzano i consumatori e ovviamente gli operatori, costretti a rispettare un calendario di aperture e chiusure, spesso non annunciate in maniera chiara e tempestiva dal Governo, che non giova alle imprese.” – dichiarano Roberto Tascini, Presidente dell’Adoc e Nicola Criscuoli dell’Adoc Molise.-

I tempi sono più che mai maturi per una liberalizzazione dei saldi, soprattutto per recuperare le perdite causate dal lock-down e dai mini lock-down. – aggiungono dall’Adoc –  Sarebbe opportuno modificare le leggi che li regolamentano e consentire ai singoli esercenti commerciali di determinare autonomamente quando effettuarli, senza vincoli di sorta. Lasciare attivi gli sconti tutto l’anno offrirebbe un vantaggio sia per i consumatori che per i venditori, dando respiro al piccolo commercio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

panettone di caprio
venafro farmaciadelcorso glutenfree
faga gioielli venafro isernia cassino
colacem
panettone artigianele natale di caprio

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

panettone di caprio
colacem
venafro farmaciadelcorso glutenfree
panettone artigianele natale di caprio
faga gioielli venafro isernia cassino

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: