CONSIGLIO REGIONALE – Via le partite Iva, Bandi per infermieri e operatori sociosanitari. Vaccinazioni in Molise

consiglio regionale
mama caffè bar venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO –  Via le partite Iva per alcuni profili socio assistenziali anche ospedalieri e definizione di quest’ultimi a contratto, a tempo determinato.

E’ quanto ha deciso oggi il Consiglio regionale che ha unito in una sola mozione alcuni atti di richiesta in tale direzione presentati da quasi tutti i gruppi politici regionali al presidente della Giunta, passata all’unanimità.

Il nuovo atto di indirizzo, dopo un confronto in cui sono intervenuti per dichiarazione di voto i Consiglieri Fanelli, Nola, Primiani, Greco, Cefaratti, Facciolla e gli Assessori Niro e Pallante, è stato approvata all’unanimità dall’Assise.

In particolare, con il provvedimento varato, il Consiglio regionale impegna il Presidente della Giunta regionale affinchè:

  • vengano emanati con urgenza nuovi avvisi pubblici per la copertura di posti a tempo determinato e in via subordinata per incarichi di lavoro autonomo per l’ulteriore personale, (OSS, infermieri e medici) compatibilmente con i limiti di spesa consentiti dalle somme residue degli importi indicati nella citata Tabella 1 allegata alla Legge 30 dicembre 2020, n. 178, indicando fra i punti da assegnare durante la selezione e per la valutazione dei titoli lo specifico riferimento ai servizi prestati;
  • vengano prorogati o rinnovati, nelle more dell’attuazione dei punti precedenti, gli incarichi d’opera professionale previsti dagli articoli 2-bis, commi 1 e 5, e 2-ter, commi 1 e 5, del decretolegge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, ai sensi dell’art. 1, comma 423, della legge 30 dicembre 2020, n. 178.

Il Presidente della Giunta regionale Donato Toma ha poi informato il Consiglio regionale sullo svolgimento della Campagna vaccinale anti Covid in Italia e nel Molise. In particolare il Presidente ha dato notizia del confronto svoltosi tra le Regioni e il Commissario Arcuri sull’evoluzione della campagna di distribuzione delle dosi disponibili e sulle fasi di attuazione del relativo Piano vaccinale, che vede l’Italia tra i primi in Europa per dosi somministrate.

In Molise, ha detto il Presidente della Regione, la Campagna procede in modo soddisfacente. Stiamo però operando un graduale rallentando precauzionale –ha spiegato ancora Toma- nella somministrazione del vaccino, al fine di creare una scorta sufficiente e funzionale a scongiurare  3 verificarsi di eventuali problematiche scaturenti da possibili ritardi nella consegna delle dosi. Ciò per assicurare comunque, anche in presenza di ritardi, l’inoculazione ai soggetti già vaccinati della prima fase del richiamo previsto.

La prossima categoria che sarà interessata dalle iniziative di inoculazione delle dosi sarà quella degli ultra ottantenni. Per far fronte alla carenza di personale sanitario riscontrato per la formazione delle varie equipe vaccinali, stanno per iniziare le selezioni, tramite agenzia interinale, disposte dalle istituzioni nazionali preposte per la ricerca di medici e infermieri da impegnare nella campagna. Personale che, in quota parte, sarà assegnato anche al Molise. Il Presidente ha quindi dato notizia di quella che dovrebbe essere la strutturazione della programmazione della distribuzione delle dosi prodotte da altre società farmaceutiche, che dovrebbero vedersi in tempi non lunghi autorizzato il proprio vaccino dalle Autorità sanitarie europee e nazionali.

Nel corso della seduta, inoltre, il Presidente Salvatore Micone, ha informato l’Assemblea legislativa della scomparsa in nelle ultime ore del Sindaco di Rotello Michele Miniello, ha espresso, a nome di tutto il Consiglio regionale, cordoglio alla famiglia e a tutta la cittadinanza del comune basso molisano. Il Consigliere Filomena Calenda, infine, ha illustrato una sua mozione avente ad oggetto “Campagna vaccinale soggetti non autosufficienti. Riconoscimento priorità”.

Dopo l’illustrazione da parte della presentatrice, sono seguiti gli interventi dei Consiglieri Nola, Manzo, Greco, dell’Assessore Pallante e del Presidente della Giunta Toma. In particolare, con l’atto assunto, il Consiglio regionale impegna il Presidente della Regione a valutare con la Direzione Generale Asrem una soluzione che riconosca il diritto al vaccino, in via prioritaria, ai soggetti non autosufficienti, e ai loro caregivers, del Molise. Si impegna altresì lo stesso Presidente a chiedere al Ministero di riconoscere in via prioritaria e non residuale, il diritto alla vaccinazione per:

  • le persone con comorbidità severa, immunodeficienza e/o fragilità di ogni età, ossia i disabili e i soggetti che frequentano le RSA in modalità semi residenziale, i Centri diurni, i Centri socio educativi;
  • il personale sanitario e non sanitario che opera a contatto e/o non con gli utenti delle strutture semi-residenziali (Centri socio educativi, centri diurni ecc.);
  • i caregivers di soggetti non autosufficienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: