“Da giorni – ha detto il sindaco Giacomo d’Apollonio – io, l’assessore all’istruzione Eugenio Kniahynicki e l’assessore ai trasporti Linda Dall’Olio, stiamo operando per garantire una sicura e ben disciplinata riapertura delle scuole. La Prefettura, dal canto suo, ha provveduto a convocare un tavolo di coordinamento per la definizione del più idoneo raccordo tra gli orari di inizio e termine delle attività didattiche e gli orari del trasporto pubblico locale, urbano ed extraurbano, in funzione della disponibilità dei mezzi a tal fine utilizzabili, volto ad agevolare la frequenza scolastica anche in considerazione del carico derivante dal rientro in classe degli studenti delle secondarie di secondo grado. Sulla base delle risultanze di tale tavolo, – ha continuato d’Apollonio – l’amministrazione comunale di Isernia sta adottando tutte le misure di competenza, coinvolgendo il personale dei vari servizi, a partire dalla polizia municipale e dalla protezione civile”.
“Ciò che raccomandiamo a tutti – ha aggiunto l’assessore Eugenio Kniahynicki – è il diligente rispetto d’ogni prevenzione utile ad evitare i contagi, secondo quelle che sono le linee guida anti Covid per gli istituti scolastici, sia per quanto riguarda l’utilizzo dei dispositivi di protezione personale sia per scongiurare gli assembramenti nei momenti di entrata e uscita. Allo scopo di contenere i rischi, ci sarà l’ingresso scaglionato degli studenti e massima attenzione sia per gli arrivi e le partenze dei pullman dei ragazzi che giungono dai paesi limitrofi sia per quel che riguarda il flusso dei veicoli dei genitori che accompagnano a scuola i propri figli. A tale riguardo, una raccomandazione particolare la rivolgo a coloro che si recano in auto al Polo scolastico di via Umbria, ricordando che per i veicoli non autorizzati è vietato l’accesso al viale che conduce al Polo”.
“Da lunedì prossimo, ci saranno ben venticinque corse aggiuntive – ha spiegato l’assessore ai trasporti Linda Dall’Olio – ma per come è distribuita la nostra rete cittadina dei percorsi e delle fermate degli autobus non ci dovrebbero essere problemi di intralci alla circolazione né di congestione del traffico. Non ci sono, infatti, critici punti di concentramento di arrivi e partenze dei pullman; disponiamo invece di più luoghi di ingresso alla città e di fermate ben dislocate, in aree distanti e sufficientemente ampie. C’è, altresì, una fermata speciale dell’extra urbano che, già da mesi, abbiamo istituito all’ingresso nord e che è molto utile per il servizio dei trasporti verso le scuole di quella zona. In ogni caso, se necessario, siamo pronti ad eventuali interventi di miglioramento della mobilità”.