VENAFRO – Gli oleandri sulla Ss 85 cresciuti a dismisura “oscurano” la Basilica di San Nicandro

VENAFRO, oleandri, statale 85, oscurano, Basilica di San Nicandro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

VENAFRO – Non vengono potati da anni e di conseguenza chiudono alla vista di chi transita su gomma o a piedi la Basilica del Patrono di Venafro, San Nicandro e l’attiguo Convento Francescano.

Trattasi dei numerosi oleandri, peraltro bellissimi e in piena vegetazione, cresciuti a dismisura lungo il muretto che corre parallelamente alla Statale 85 Venafrana che passa dinanzi alla citata Basilica venafrana, delimitando sulla sinistra il piazzale antistante il predetto luogo di culto, frequentatissimo dai venafrani custodendo i resti mortali del Patrono della città. Ribadita la bellezza di tali oleandri che impreziosiscono un sacco tant’è la datata decisione -probabilmente da parte dell’Anas- di metterli a dimora in loco, va detto che da tempo tali oleandri non vengono potati e contenuti nelle dimensioni, cosa da non rinviare ulteriormente per la migliore visibilità di Basilica e Convento, ma anche per conferire più sicurezza a chi dalla stessa Basilica s’immette in auto sulla Statale. In effetti gli oleandri in questione sono cresciuti a dismisura sia in altezza che in larghezza, con la conseguenza di chiudere quasi del tutto alla vista la Basilica del Santo Patrono di Venafro e l’attiguo Convento francescano, il cui ordine monacale custodisce da oltre cinque secoli il sito religioso in tema.

Sulla questione riportiamo il pensiero di Nicandro Boggia, ideatore assieme all’allora Superiore del Convento Fr. Franco Gitto del Concorso “Civis Amni” di Venafro: “Convengo sulla opportunità di potare gli oleandri dinanzi alla Basilica di San Nicandro -afferma Boggia- per restituire piena visibilità al venerato sito religioso, oggi in buona parte coperto alla vista. Ne trarrà beneficio l’intera zona, a partire dalla Basilica del nostro Santo Patrono e dall’attiguo Convento, ed anche l’immissione sulla statale risulterà maggiormente tranquilla e sicura”.

Opportuno perciò secondo l’opinione corrente potare gli oleandri dinanzi alla Basilica di San Nicandro a Venafro in modo da garantire la piena visibilità del sito religioso alla periferia est della città, nonché la maggiore sicurezza a quanti si accingono ad immettersi sulla Statale 85.

Tonino Atella                                         

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: