CRONACA – Molesta il “capo” ultraottantenne, ammonimento per una badante di 55 anni

pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Molestare il capo può portare ad un ammonimento per stalking. E’ successo a una badante russa di 55 anni, per aver molestato il “capo” ultraoantenne.

Il Questore della provincia di Campobasso, ingatti, ha emesso nei giorni scorsi un provvedimento di ammonimento per atti persecutori (c.d. stalking) nei confronti di una cittadina russa di 55  anni, che da tempo dimora in questa provincia.

Il provvedimento è stato adottato per porre fine ad una triste serie di episodi iniziata nel 2015 quando un uomo ultraottantenne, vedevo, ha assunto la donna quale badante, non essendo più in grado di far fronte da solo alle proprie esigenze di vita. Quella che doveva rappresentare un’opportunità di miglioramento delle proprie condizioni di vita, ben presto si è rivelato per l’anziano una trappola da cui soltanto con grande fatica, e con l’aiuto delle Istituzioni, è riuscito a venire fuori. Dopo un iniziale periodo di lavoro, la 55enne si è unita sentimentalmente all’accudito, iniziando così una convivenza durata 4 anni che, in una progressiva escalation di gravità, si  è trasformata in un inferno a causa dei continui litigi, spesso epilogati in violente aggressioni verbali e fisiche da parte della donna nei confronti dell’ultraottantenne, provocandogli a volte anche delle lesioni.

In seguito alla chiusura del rapporto di convivenza, la donna in più circostanze ha continuato a recarsi presso l’abitazione dell’anziano, dove entrava con la forza o con espedienti di diversa natura, cercando di imporre le proprie ragioni per tornare a convivere, mettendo in atto vere e proprie aggressioni nei confronti dell’uomo, costretto più volte a richiedere l’intervento delle forze di polizia ed a lasciare la propria abitazione per lunghi periodi, facendosi ospitare dai familiari. La situazione, ormai insostenibile, ha cagionato all’anziano un perdurante stato d’ansia e il timore per la propria incolumità, fino a quando ha trovato il coraggio di presentare una richiesta di ammonimento per atti persecutori nei confronti della sua ex convivente. Compresa immediatamente la gravità della situazione, attraverso l’adozione del provvedimento di ammonimento, il personale della Divisione Anticrimine della Questura di Campobasso è riuscito a garantire il reale allontanamento della donna dalla vittima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: