ZONA ROSSA – Nuove restrizioni a Termoli, migliora la situazione a Campomarino

mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
pasta La Molisana

COVID 19 – Il sindaco di Termoli dispone nuovi divieti, mentre a Campomarino la situazione migliora e riaprono alcune attività.

La scelta del governatore Toma di prorogare di due settimane la “zona rossa” ha spinto il sindaco di Termoli Francesco Roberti ad intervenire con un’apposita ordinanza, la n. 66, che inasprisce ulteriormente le misure di contenimento del virus.

Dal 23 febbraio fino al 3 marzo sarà vietata la vendita per asporto di generi alimentari e bevande per bar, pasticcerie, ristoranti, pizzerie, trattorie e circoli. Chiusi anche i distributori automatici di cibi e bevande, mentre resta consentita la consegna a domicilio del compratore.

La vendita sulle aree pubbliche è consentita esclusivamente agli ambulanti residenti. Inoltre, è prevista la sospensione di tutte le attività sportive negli impianti e parchi pubblici. L’attività motoria resta possibile esclusivamente in forma individuale e in prossimità della propria abitazione.

È fatto divieto sull’intero territorio comunale di consumare cibi e bevande su aree pubbliche o private ad uso pubblico, comprese piazze e ville comunali ed è vietato sostare all’interno e nei pressi delle attività di ricevitoria, lotto e similari.

Infine, l’ordinanza prevede la chiusura di estetisti, barbieri e parrucchieri. Vietate anche le messe e le celebrazioni liturgiche nelle chiese.

Gli stessi divieti erano previsti a Campomarino, primo paese ad attuare restrizioni drastiche e ad invocare ed ottenere la “zona rossa” con una settimana di anticipo. Ora, dopo tre settimane di restrizioni, con una situazione in notevole miglioramento che nella giornata di ieri ha visto solo 4 nuovi contagi e ben 30 guariti, il Sindaco Piero Donato Silvestri ha ritenuto, con l’ordinanza n. 16, di revocare le precedenti restrizioni, anche al fine di dare un po’ di ossigeno alle attività locali, sempre più in difficoltà.

Resta ovviamente in vigore la zona rossa e tutti i divieti del caso ma, a partire dal 22 febbraio, potranno riaprire estetisti, parrucchieri e barbieri. Inoltre, sarà consentita nuovamente la consegna a domicilio e l’asporto fino alle 22.00 con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.

L’ asporto è consentito fino alle 18.00 esclusivamente per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate con i codici ATECO 56.3 (bar, pub, birrerie, caffetterie, enoteche) e 47.25(commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati).

Per tutti i gestori e i proprietari di attività commerciali quali bar, pub, pizzerie, rosticcerie e paninoteche presenti sul territorio comunale è fatto assoluto divieto, su tutto il territorio comunale, di somministrare alcolici e super alcolici anche nelle forme di vendita da asporto.

Ordinanza Termoli

Ordinanza Campomarino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: