I miti più comuni in profumeria. Tu in quale credi?

profumeria, makeup, Paco Rabanne
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro

I miti più comuni in profumeria. Tu in quale credi?

La profumeria è tradizionalmente percepita dalle persone come una sfera emotiva e irrazionale, il che significa che è difficile cedere alla logica ed è rapidamente invasa dai miti.

Oggi, insieme ai profumieri di Paco Rabanne, proveremo a sfatare la maggior parte dei miti più popolari nel mondo della profumeria:

La profumeria è un vero mondo mistico

No, no, e ancora una volta no! La profumeria è una scienza, una delle divisioni della chimica. Laboratorio, provette, ricercatori e macchine sofisticate. Nessuna magia, alchimia, molecole magiche e fiori che le ninfe raccolgono di notte ..

La profumeria di nicchia è migliore di quella di lusso o del mercato di massa

Questo non è vero. Il profumo migliore per te è quello che ti piace, indipendentemente dalla categoria in cui lo inserisce il produttore.

Sì, non si può negare che i marchi di nicchia abbiano maggiori probabilità di offrire qualcosa di più originale, ma l’affermazione che la profumeria di nicchia sia migliore perché ha materie prime di qualità migliore è fondamentalmente sbagliata. Se un marchio (a prescindere dalla categoria a cui appartiene) è oggetto di una grande preoccupazione, utilizzerà materie prime di quei produttori con cui l’azienda ha un contratto. Se un marchio non fa parte di un’azienda è più libero nella sua scelta, ma in ogni caso non ci sono così tanti produttori di materie prime nel mondo.

Un aroma di qualità deve essere persistente e forte

No. La persistenza e il sillage sono solo caratteristiche tecniche della fragranza. L’obiettivo principale della profumeria è suscitare emozioni e non resistere per tre giorni ad ogni costo. E sì, a volte un aumento della concentrazione (e questo implica una maggiore persistenza) porta al fatto che la “bellezza” della composizione cade, perché alcuni componenti o la loro combinazione dimostrano tutto ciò di cui sono capaci solo in una quantità o proporzione strettamente definita.

Per aumentare la longevità della fragranza, idrata la tua pelle (la pelle secca assorbe la composizione della fragranza più velocemente) e applica il profumo anche sui capelli o vestiti.

Il profumo deve attrarre il partner

I feromoni sono ciò che gli animali annusano durante l’attività sessuale. Attirano un partner e segnano il loro territorio. Gli afrodisiaci sono un enorme gruppo di cibi e profumi diversi. C’è vaniglia, cioccolato e champagne con fragole. Ma questo è il gusto: ciò che piace a uno è disgustoso per un altro.

Quale profumo può funzionare nel regno sensoriale? Uno in cui ti senti attraente, sexy e sicura di te. Riguarda la persona stessa, non il suo profumo.

Se non sento il profumo su me stesso, allora è adatto al 100% per me

Azzarderemmo a suggerire che lo scopo del profumo è di sentirlo da se stessi e di trarne piacere. Se hai smesso di sentire il profumo su te stesso, significa che ti sei già abituato con questo profumo o ti è volato via, tutto qui. Inoltre, potresti avere anosmia, cioè insensibilità ai componenti di un particolare profumo.

Età, colore dei capelli, occhi, segno zodiacale, feng shui possono aiutarti a scegliere un profumo

L’unica cosa importante nella scelta di un profumo è il gusto. Non devi dividere il mondo in bianco e nero, yin e yang, 12 segni dello zodiaco, credere che questo in qualche modo forma il carattere di una persona è una questione personale per tutti. Ma cercare di portare la scelta del profumo sotto queste ipotesi è già una sciocchezza. Il profumo dovrebbe essere scelto con l’aiuto del naso e del cuore!

Le fragranze si dividono in maschili e femminili. Le donne non possono usare fragranze fougere, mentre agli uomini non sono consentiti quelli dolci

Come ha risposto una volta Serge Luthans a un giornalista quando gli ha chiesto perché non divideva le fragranze in maschili e femminili: “Quando vieni in un ristorante, ordini un’insalata da uomo o quella che ti piace?”

Nel caso del profumo, tutto è esattamente lo stesso. Fino alla fine dell’Ottocento non veniva in mente a nessuno di dividere le fragranze in maschili e femminili. E solo nel ventesimo secolo, quando i chimici si unirono per la prima volta al lavoro del profumiere, e poi ai venditori, la profumeria divenne improvvisamente molto diversificata, il che portò al fatto che iniziarono a differenziare le fragranze in base al genere, il che aumentò le loro vendite. Prima di tutto, questo è importante per gli uomini, le donne sono più inclini a sperimentare e spesso guardano gli scaffali dei profumi dei loro uomini, padri e fratelli. Ecco perché Annick Goutal ha scelto un trucco – produce le stesse fragranze in flaconi diversi – il contenuto è completamente identico.

La profumeria di nicchia sta posizionando “tutto per tutti”, se ti piace il profumo, indossalo. Forse questo è l’approccio più corretto!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

compra su amazon »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

compra su amazon »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: