Molise in arancione, dall’apertura delle scuole alle attività commerciali. Ecco cosa cambia

pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud

COVID 19 – Da lunedì il Molise sarà in zona arancione, diminuiranno le restrizioni e riapriranno le scuole, salvo ordinanze comunali.

Continuano a migliorare i dati sui contagi da Covid-19 in Molise, a testimonianza che le restrizioni determinate dalla zona rossa, che nei Comuni costieri sono in vigore da più di un mese hanno sortito l’effetto sperato.

La tendenza al miglioramento è sempre più evidente: l’ultimo monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità e del Ministero della Salute, diffuso oggi, certifica per il Molise un indice di trasmissibilità (Rt) pari allo 0.89, il più basso di Italia se si esclude la provincia di Bolzano. In Molise, quindi, la tendenza è opposta rispetto a quella del resto di Italia e la situazione dei contagi ha portato ad un cambio di colore, dal rosso all’arancione.

Dopo 21 giorni, a partire da lunedì 22 marzo, saranno ridotte alcune restrizioni.

La novità più importante riguarda le scuole. Ripartirà la didattica in presenza dei servizi educativi per l’infanzia (asili nido), delle scuole dell’infanzia (scuola materna) e per il primo ciclo di istruzione (scuole elementari e medie). Nelle scuole superiori, invece, si dovranno adottare forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica, in modo che almeno al 50 per cento e fino a un massimo del 75 per cento degli studenti sia garantita l’attività didattica in presenza. Le attività in presenza potranno essere vietate da ordinanze comunali da emanare a discrezione dei sindaci.

Ci sarà la riapertura dei negozi, con l’esclusione dei giorni festivi e prefestivi nei locali situati nei centri commerciali.

Potranno riaprire anche barbieri, parrucchieri e centri estetici, mentre bar e ristoranti dovranno rimanere chiusi pur avendo la possibilità di effettuare attività di asporto (i bar solo fino alle 18.00) e consegna a domicilio.

Misure meno restrittive anche per gli spostamenti. Se in “zona rossa” era vietato uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute, necessità, urgenza, da lunedì sarà possibile spostarsi liberamente all’interno del proprio Comune dalle 5.00 alle 22.00. Resta quindi valido il coprifuoco, così come il divieto di spostamento tra Regioni, possibile solo per comprovate esigenze. Consentite le visite ad amici e parenti nel rispetto degli orari del coprifuoco e nei limiti di due persone in più rispetto al nucleo famigliare, oltre ai figli minori di 14 anni e persone disabili e non autosufficienti.

L’attività sportiva non sarà più limita in prossimità dell’abitazione ma potrà svolgersi in tutto il territorio comunale, esclusivamente all’aperto ed in forma individuale. È consentito recarsi presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, del proprio Comune o, in assenza di tali strutture, in Comuni limitrofi.

L’imperativo, tuttavia, è di non abbassare la guardia ed attenersi scrupolosamente alle regole e alle restrizioni in quanto il Molise è sì tra le Regioni con rischio moderato, ma pur sempre con un’alta probabilità di progressione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: