VENAFRO – Abolizione canone occupazione suolo pubblico per gli interventi di riqualificazione: mozione del consigliere Amoroso

comune di venafro
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

VENAFRO – Si riunisce il Consiglio comunale: all’ordine del giorno il superbonus 110%. Il tema è inserito in una mozione firmata dal consigliere del gruppo di minoranza Carmine Amoroso. L’appuntamento in videoconferenza è per la serata di domani, alle ore 19:00.

E’ in programma per la serata di domani, giovedì 8 aprile, la nuova seduta straordinaria del Consiglio comunale di Venafro. L’appuntamento, ancora una volta in videoconferenza nel rispetto delle norme anti Covid, è per le ore 19:00 come si apprende dalla notifica firmata dal presidente Avv. Antonella Cernera.

Sono due le Interpellanze all’ordine del giorno della seduta, nove le Deliberazioni e una Mozione firmata dal consigliere di minoranza Carmine Amoroso relativa al superbonus 100% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici e abolizione del anone di occupazione del suolo pubblico.

Il consigliere comunale è partito dall’assunto che «numerosi privati hanno già preso contatti con l’ufficio tecnico in relazione alla realizzazione del cappotto termico di edifici aggettanti spazi pubblici, e si è pertanto posto il problema di contemperare le esigenze di agevolazione della riqualificazione energetica degli edifici con la necessità di autorizzare opere sul suolo pubblico, fissando delle condizioni generali per l’ammissibilità di tali interventi».

Dunque, considerato che «la realizzazione di un cappotto termico aggettante su spazio pubblico assume una rilevanza limitata in relazione allo spazio di soprassuolo occupato da tali opere e considerato l’eccezionale periodo storico caratterizzato da profondi problemi sanitari ed economici per la comunità, si ritiene ragionevole stabilire che la stessa avvenga a titolo gratuito, anche in relazione all’interesse all’incentivazione di tali tecniche di edilizia sostenibile».

Per questo, domani all’aula Carmine Amoroso proporrà «per questa misura di abolire, in deroga al vigente regolamento comunale, il canone di occupazione del suolo pubblico».

Inoltre, con la mozione è intenzione del consigliere far passare pure il proposito di «provvedere a velocizzare le procedure del bonus 110% con l’istituzione di un punto dedicato o, comunque, potenziando l’ufficio proposto al fine di smaltire celermente le relative pratiche (anche con il reperimento di nuovo personale), coerentemente con l’intenzione del legislatore di semplificare l’attività amministrativa e alla luce del principio di buon andamento della Pubblica amministrazione. Questa rappresenta una fondamentale occasione per la digitalizzazione dei progetti, ovverosia, informatizzando l’archivio del settore urbanistico al fine di consentire un funzionamento fluido come quello del Catasto».
Per il consigliere occorre altresì «incentivare e soprattutto agevolare operazioni che possano portare intanto migliorie ad edifici esistenti sul territorio cittadino permettendo, al contempo, agli stessi di accedere più speditamente all’ecobonus, rafforzando così il circuito economico e produttivo messo in moto proprio con il “decreto Rilancio”».

A conti fatti, Carmine Amoroso proporrà all’intero Consiglio comunale di voler invitare «il sindaco e l’amministrazione comunale tutta ad attivarsi per promuovere la mozione in oggetto al fine di riattivare e potenziare il tessuto economico-produttivo di Venafro dando, in tal modo, un sostegno concreto alla popolazione».

A tanto Amoroso è giunto vista «la normativa urbanistica nazionale che prevede una serie di misure specifiche volte a favorire ed incentivare la diffusione di tecniche di edilizia sostenibile, nonché di recupero del patrimonio esistente, risparmio energetico, riduzione, delle immissioni in atmosfera con lo scopo di sensibilizzare la popolazione e promuovere interventi edilizi diretti ad ottimizzare le prestazioni energetiche».

Pertanto, per agevolare gli interventi previsti nell’ambito del “decreto Rilancio” e nello specifico del “superbonus”, secondo il consigliere Palazzo Cimorelli dovrebbe rendere gratuita l’occupazione del suolo pubblico connessa a questi lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

compra su amazon »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

compra su amazon »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: