SANITA’ – L’affondo di Iorio: “In Molise va tutto bene un corno!”

Michele-Iorio
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Il consigliere Michele Iorio critica aspramente la gestione dell’emergenza sanitaria in Molise.

“Un totale fallimento”. A detta del consigliere in quota Fratelli d’Italia la gestione dell’emergenza sanitaria in Molise è stata fallimentare.

In più di un’occasione Iorio ha ribadito la sua posizione, fino ad arrivare allo scontro diretto con l’attuale maggioranza in Consiglio regionale. Oggi una nuova stoccata: “Quasi tutti i molisani – dichiara Iorio –  non vanno più in ospedale e rinunciano a curarsi, infatti i ricoveri ordinari, quelli che vengono programmati negli ospedali, sono calati del 73%. Ancora più allarmante è la situazione dell’emergenza dove invece i ricoveri sono ridotti del 55%.

Il Molise è la regione che primeggia in Italia per numero di morti Covid negli ultimi mesi e per la disfunzione nel trattamento per i pazienti no Covid. Cosa vuol dire questo? Che se oggi tutti questi molisani non si curano, le loro patologie sono destinate ad aggravarsi.

Il quadro che emerge dal rapporto dell’Agenas è a dir poco sconvolgente e cristallizza il fallimento più totale della gestione dell’emergenza Covid: sia di chi ha voluto sia di chi ha assecondato la trasformazione dell’unico ospedale di primo livello molisano in un lazzaretto.

È più di un anno – continua l’ex Governatore – che continuo a supplicare di cambiare il piano dell’emergenza covid, di liberare l’ospedale Cardarelli di Campobasso dai pazienti Covid e farlo tornare ad essere un ospedale ordinario e di destinare l’ospedale Vietri di Larino a centro Covid dedicato subito, abbandonando il progetto della torre fantasma.

Coloro che pensano che questo argomento oggi è superato si assumono la stessa responsabilità di coloro che, avendone competenza, restano a guardare i nostri cittadini aggravarsi dal punto di vista sanitario e mettersi in pericolo di vita, a partire dall’Asrem passando per la Regione Molise fino ad arrivare al Ministero della Salute.

Se Draghi afferma che ci vuole coraggio a saltare le fila dei vaccini, io dico che ci vuole ancora più coraggio a lasciare che i molisani rinuncino a curarsi senza fare nulla.

Il Molise ha ancora bisogno di organizzare la rete ospedaliera per la pandemia e la fine del Coronavirus non è certo dietro l’angolo.

Le forze politiche, di maggioranza e opposizione, non possono non vedere quanto sta accadendo sotto i nostri occhi. Né potranno ritenersi esenti da responsabilità, di fronte ai cittadini, decidendo di lavarsi le mani rifugiandosi dietro a sterili argomentazioni.

È necessario intervenire e subito. E a coloro che continuano a ripetere che va tutto bene – chiude in modo duro Iorio, lanciando un’ulteriore frecciata alla giunta regionale –  suggerisco di guardare la realtà per capire che va tutto bene un corno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: