Eliminazione surroga, un milione di euro risparmiati. Il M5S chiede di destinarli ai non autosufficienti, ai trapiantati e al diritto allo studio

Andrea-Greco-M5S
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Un milione di euro l’anno tolti alla politica e restituiti ai cittadini grazie all’eliminazione della surroga. Il Movimento 5 Stelle, tramite il portavoce Andrea Greco, chiede di destinarli ai non autosufficienti, ai pazienti trapiantati e al diritto allo studio.

Una battaglia portata avanti con tenacia dal Movimento 5 Stelle nei primi due anni dall’insediamento del Consiglio regionale e vinta durante la scorsa sessione di bilancio.

Il Tribunale civile di Campobasso, infatti, conferma quanto già pronunciato dal Consiglio di Stato in merito alla surroga: l’assurdo meccanismo di moltiplicazione delle poltrone poteva essere abolito anche a legislatura in corso.

“Un successo che ha consentito di risparmiare circa un milione di euro all’anno – afferma il Movimento – da restituire in termini di servizi ai molisani. Infatti, l’anno scorso abbiamo ottenuto l’impegno affinché quei fondi venissero destinati ai non autosufficienti e ai trapiantati”.

Sono stati inutili i diversi ricorsi presentati dai consiglieri ‘supplenti’, tanto nei tribunali amministrativi che in quelli civili. I giudici hanno messo la parola ‘fine’ a questo meccanismo che celava un insano strumento di controllo dell’assemblea legislativa da parte del governo regionale.

“Proprio a distanza di un anno – continuano i pentastellati – si dovrebbero vedere i frutti dell’azione. In questi giorni è iniziata la sessione di bilancio annuale, che ci permetterà di verificare lo stanziamento delle risorse regionali ai diversi obiettivi da perseguire. La prossima settimana torneremo a chiedere alla maggioranza Toma di utilizzare quel milione di euro risparmiato nei capitoli destinati ai non autosufficienti, ai pazienti trapiantati e al diritto allo studio. In un momento di grande difficoltà dovuto alla pandemia, sarebbe ancora più grave ignorare il grido di sofferenza dei cittadini più indifesi. Noi saremo lì a vigilare e a pretendere che nessuno venga lasciato indietro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: