ISERNIA – Il nuovo Prefetto Gabriella Faramondi incontra la stampa “Noi lavoriamo per il cittadino”

prefetto isernia gabriella framondi
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

ISERNIA – Si è tenuto questa mattina nella sala di rappresentanza del Palazzo di Governo di via Kennedy l’incontro del nuovo prefetto dr.ssa Gabriella Faramondi con i giornalisti della stampa locale.

“La stella polare del mio mandato – ha detto il prefetto Faramondi – è quello di far sentire la Prefettura un luogo di incontro, di dialogo, di mediazione. Nella società complessa in cui viviamo oggi, sono necessarie delle sinergie” ha sottolineato il prefetto Faramondi, dicendo che la Prefettura è il luogo deputato al raggiungimento di piccoli e grandi traguardi d’intesa con le istituzioni, le categorie, e le rappresentanze tutte della cittadinanza.

“Io sono di Formia e vivo a Formia, quindi una realtà vicina. Più volte mi sono recata in questa provincia, sono stata particolarmente colpita da Castelpetroso, una costruzione bellissima che dà il segno di una realtà che vuole sorprendere, Isernia è così, inaspettatamente si erge questa costruzione bellissima, imponente e di grande spiritualità. Ho conosciuto anche grandi eccellenze come il centro Neuromed e ne ho potuto apprezzare la grande efficienza e preparazione. Conoscerò altre cose di volta in volta, Isernia è una cittadina graziosa, molto carina, con un forte senso di comunità, una grande collaborazione delle istituzioni e questo non può che rendermi felice. Mi sono insediata da poco, spero di proseguire nel percorso dei miei predecessori che hanno valorizzato al massimo il valore della collaborazione inter-istituzionale, l’apertura alla collettività e a tutti i soggetti che operano sul territorio: agli enti locali, al mondo dell’associazionismo e a tutte le altre istituzioni presenti con l’obiettivi di favorire un lavoro di squadra ed è quello a cui punterò anche io”.

“Mi insedio in un momento non facile –  continua il prefetto Faramondi – un momento in cui c’è una pandemia e un momento di grande crisi sanitaria, sociale ed economica. Il mio mandato è uno solo: fare bene il mio mestiere e ciò significa esercitare le mie competenze in un clima di collaborazione, di sinergia con tutti gli altri soggetti, di reale collaborazione con gli enti locali, di grande ascolto e vicinanza alla collettività, oggi più che mai, in un momento in cui la popolazione ha bisogno di sentire le istituzioni vicino. La popolazione sta soffrendo, molte volte queste persone hanno perso dei familiari, i propri cari, per cui le istituzioni si devono stringere in un lavoro corale per risolvere i problemi dei cittadini. Il mio primissimo obiettivo è quello di favorire massimo colloquio e apertura tra tutti coloro che sono chiamati ad operare in questo spicchio di realtà affinché si trovino sempre le soluzioni migliori, le più appropriate ed efficaci nell’interesse della collettività”.

“Il tema dei giovani è un tema di cui ho parlato molto spesso in questi giorni anche in riferimento alla recente emanazione del decreto-legge sulla riapertura graduale delle attività socio-economiche, fermo restando di continuare a porre attenzione ed essere cauti in queste riaperture. Spesso il pericolo viene visto solo nei giovani, ad esempio sul rischio di assembramenti, è ovvio che l’entusiasmo e la passione dei giovani è, molte volte, difficile da contenere, però io mi rivolgo soprattutto ai giovani che devono essere sempre corresponsabilizzati. Io ritengo che se gli si parli in maniera chiara, sono i più attenti, i più sensibili. I giovani quando sono chiamati alle loro responsabilità, sanno sempre rispondere in maniera inaspettata con grande entusiasmo e prontezza. Vorrei puntare sul senso di rinnovata responsabilità in quanti essi, insieme a noi, sono chiamati a gestire questa difficile situazione pandemica. Invito a tenere sempre comportamenti attenti, a mettere in atto sempre le massime cautele finché non siamo fuori dalla complessa situazione pandemica. L’invito, ovviamente, è di rispettare sempre le regole, ci sono delle disposizioni che sono necessarie: l’utilizzo dei dispotici di protezione individuale, il divieto di assembramento, il distanziamento, sono delle norme comportamentali imprescindibili; oggi più che mai non possiamo correre il rischio che la riapertura, seppur graduale, possa comportare il rischio di fare ritorno al passato”.

Sul tema del fenomeno migratorio il Prefetto afferma “Potrebbe esserci una ripresa degli sbarchi, ovviamente la gestione del fenomeno migratorio chiama in causa parti diverse. Non spetta a me decidere le politiche migratorie, credo che il nostro Ministero sia attento, credo che sappia coniugare sempre l’esigenza del rispetto delle regole con le esigenze dell’accoglienza, dunque, l’accoglienza non può prescindere dal rispetto delle regole che valgono per tutti, per i cittadini e per chi arriva sul territorio, sono due aspetti che vanno sempre a braccetto”.

Seguono aggiornamenti…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: