BANDO – Assistenti alla custodia e vigilanza nel settore culturale, Testamento “Finalmente anche in Molise selezioni per 10 posti”

Assistenti alla custodia e vigilanza nel settore culturale
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

BANDO – Finalmente sono usciti gli ultimi bandi regionali che erano rimasti in sospeso relativi ai posti di lavoro a tempo indeterminato in tutta Italia nell’ambito dei beni culturali con il concorso MIBACT per 500 custodi.

Il MIBACT – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo lo scorso anno ha indetto un concorso per l’assunzione di personale per il profilo professionale di Operatore alla custodia, vigilanza e accoglienza della seconda area – fascia retributiva F1.

Le Regioni e le Province, nel corso dei mesi, hanno pubblicato i bandi di avvio alle selezioni con i relativi modelli di domanda per candidarsi e, finalmente, dice l’ex grillina Rosalba Testamento “Anche in Molise selezioni per 10 posti nel settore beni culturali”.

“Finalmente la Regione Molise ha indetto il bando per 10 operatori alla custodia, vigilanza e accoglienza nel settore dei Beni Culturali. – dichiara Rosalba Testamento, parlamentare molisana e componente della Commissione Cultura di Montecitorio – Si tratta di una selezione che rientra nella procedura di reclutamento su tutto il territorio nazionale di 500 unità di personale, da realizzarsi mediante gli iscritti alle liste dei centri dell’impiego. La nostra Regione, dopo aver accumulato mesi di ritardo, è l’ultima a bandire i posti a disposizione e le domande di candidatura dovranno essere presentate dal 18 al 27 maggio”.

“Tutte le Regioni – continua la parlamentare – hanno già da tempo concluso l’iter. Unica assente era il Molise, nonostante le continue sollecitazioni fatte anche da me quasi un anno fa, quando in un periodo di allentamento delle misure anti-Covid non era stato possibile garantire, proprio per le carenze di personale, un’ampia fruizione di alcuni beni e siti culturali, come il teatro sannitico di Pietrabbondante”.

“In quelle settimane, infatti, si era preferito far cadere nel vuoto i tanti appelli che erano stati fatti, precludendo di fatto una maggiore conoscibilità e fruibilità delle nostre ricchezze storico – culturali, della nostra identità, delle nostre bellezze a molti turisti venuti da più parti d’Italia e preferendo dimostrare un sentimento di vera e propria indifferenza verso il nostro patrimonio culturale. Un sentimento, peraltro, – conclude Testamento – in cui si continua a perseverare, rallentando la macchina amministrativa per tutto ciò che potrebbe essere utile al nostro territorio, come in questo caso, e accelerandola per iniziative e progetti fuori da ogni logica, se non quella del mero e selvaggio profitto, come il South Beach di Montenero di Bisaccia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: