CONSIGLIO COMUNALE – Verità su scomparsa di Paciolla, passa la mozione del Pd. No, invece, al Distretto militare quale punto vaccinale

mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Consiglio comunale, approvata la mozione a sostegno della verità sulla morte di Mario Paciolla.

Un altro passo avanti, in questa direzione è stato fatto dall’aula dell’assise  del capoluogo regionale con la votazione dell’atto consiliare e per  tutto ciò si legge la soddisfazione soprattutto nel gruppo consiliare del Pd che ha sollecitato l’iniziativa.

“La Città di Campobasso  – osservano i consiglieri Chierchia, Battista, Trivisonno e Salvatore – può essere orgogliosa di aver aderito alla campagna di sensibilizzazione promossa dalla famiglia Paciolla e dal comitato “Giustizia e verità per Mario Paciolla” come già accaduto nei comuni di Napoli, Mugnano, Frattamaggiore e molti altri. La nostra mozione raggiunge più obiettivi: al gesto simbolico dell”affissione di un banner GIUSTIZIA PER MARIO PACIOLLA sulla facciata del municipio, infatti, si aggiunge la possibilità di organizzare un incontro dibattito con i genitori di Mario. Inseguire la verità, sapere chi ha ucciso Mario Paciolla, è un dovere dello Stato e siamo convinti che quanti più comuni ed enti in Italia aderiranno a questa rete, tanto più sarà forte la voce delle istituzioni. Oggi la Città di Campobasso aderisce come Ente ma speriamo che tanti concittadini possano raccogliere l’appello social della famiglia di Mario.

Sappiamo che il consiglio comunale odierno è stato seguito dai ragazzi delle scuole, in particolare della Scuola Media D’Ovidio nell’ambito del progetto “imparare la democrazia”: il senso di questa iniziativa è anche quello di infondere nei ragazzi modelli come Mario, Giulio Regeni, Zaki, ragazzi che non hanno la pigrizia nella conoscenza, non hanno paura di sapere, non si limitano a ciò che appare. I cittadini, i molisani del futuro dovranno essere così, coraggiosi e curiosi… solo così capiremo i mali della nostra terra e saremo in grado di risolverli.”

Approvata, con 24 voti a favore e un solo voto contrario, quello del consigliere Annuario di Fratelli d’Italia, anche la mozione sull’Urbanismo tattico a Campobasso, presentata dai consiglieri del PD Trivisonno, Chierchia e Salvatore e dal consigliere di La Sinistra per Campobasso, Battista.

“Una mozione approvata all’unanimità perchè può servire di ulteriore stimolo ad un percorso già avviato dall’Amministrazione. – ha dichiarato il presidente della Commissione Mobilità, Valter Andreola – L’Urbanismo tattico parte dal basso, dalla partecipazione dei cittadini. All’amministrazione sta il compito di agevolare le proposte che associazioni e cittadini portano all’attenzione del Comune, evitando intoppi di natura burocratica e partendo da un’idea mirata di riqualificazione urbana. Da parte della Commissione che presiedo c’è la massima disponibilità ad ascoltare e discutere proposte inerenti questo tema.

Del resto, un bell’esempio di quanto già fatto in questo senso dall’Amministrazione sono, oltre ai murales cittadini che da anni si sviluppano in città, sono le iniziative lanciate da poco con le strisce pedonali graficamente curate e che stanno per essere replicate con la tracciatura, all’interno dei piazzali delle scuole cittadine, di giochi a terra, soprattutto di quelli di una volta. Giochi che oltre ad abbellire – ha specificato Andreola – hanno anche una valenza sociale ed educativa importante.”

L’ultimo argomento di discussione del Consiglio Comunale è stato l’ordine del giorno presentato dai consiglieri Esposito, Forza Italia, Colagiovanni e Fasolino, Popolari per l’Italia, riguardante le proposte per la campagna vaccinale contro il Covid-19, approvato all’unanimità.

“Lo spirito con il quale il gruppo di maggioranza e l’Amministrazione ha votato favorevolmente l’ordine del giorno proposto dai consiglieri Esposito, Colagiovanni e Fasolino – ha dichiarato il sindaco Gravina – è propositivo e lineare rispetto a quanto già messo in campo e, ovviamente, offre anche qualche spunto per ragionare insieme, in maniera assolutamente costruttiva per tutti, intorno a delle normali perplessità. Ad esempio, – ha spiegato Gravina – per quanto riguarda la proposta del Distretto militare come ulteriore centro vaccinale in città, va sottolineato, intanto, che non si tratta di un sito di proprietà del Comune e che dal punto di vista logistico, per la sua stessa posizione, potrebbe creare tutta una serie di criticità legate alle esigenze di mobilità che vanno analizzate opportunamente. Se vi dovessero essere considerazioni diverse da parte di Asrem e dei responsabili regionali della campagna di vaccinazione, i quali al momento non ci hanno fatto richieste in merito, non ci sarebbero di certo opposizioni di sorta, fermo restando che ad oggi, seppur con un generale alla guida della campagna vaccinale nazionale, non mi risulta che siano state utilizzate, in altre realtà, strutture similari al Distretto di Militare come centri di vaccinazione.

In realtà, ci troviamo tutti più o meno concordi – ha detto Gravina – nel pensare che le problematiche da risolvere per rendere più penetrante la campagna vaccinale riguardano principalmente il numero di vaccini disponibili e il numero degli operatori che possono somministrarlo. È sotto gli occhi di tutti che risulta difficoltoso per ASREM, al momento, fornire ulteriore personale a ulteriori contenitori.

Con l’Arma dei Carabinieri stiamo approntando, come già annunciato, presso il drive trough di Selva Piana un servizio che possa rendere più agevole le vaccinazioni, soprattutto per coloro che hanno particolari necessità.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail
NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI in ottemperanza alle ordinanze del TAR Molise nn. 162/2020 e 88/2021, rese nel giudizio N.R.G. 186/2020

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: