“FURBETTI” del VACCINO – Verifiche dei Nas, on. Testamento “Non si sottovaluti aspetto etico della questione”

Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

COVID – Presunti “furbetti” del vaccino. Una vicenda che ha creato non pochi malumori tra i molisani e soprattutto delusione e rabbia per quelli che dovranno ancora aspettare e ne avrebbero più diritto. Si chiede chiarezza.

Sull’argomento il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha confermato le verifiche di eventuali illeciti da parte del Comando carabinieri per la tutela della salute, rispondendo ad un’nterrogazione della parlamentare molisana alla Camera dei Deputati Rosa Alba Testamento.

«Ieri il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa è venuto in Commissione Affari Sociali a rispondere alla mia interrogazione sul proseguo della campagna vaccinale e i “furbetti” del vaccino. – dichiara Rosa Alba Testamento – Su quest’ultimo aspetto, dopo avermi confermato il coinvolgimento del Comando carabinieri per la tutela della salute –Nuclei Antisofisticazioni e Sanità per le verifiche di eventuali illeciti commessi, nella mia replica ho nuovamente invitato il Governo a non sottovalutare l’aspetto etico della questione, perché tali condotte hanno inciso e potrebbero ancora incidere sul grado di efficacia della risposta all’emergenza pandemica».

«Dal sito del Governo – continua la parlamentare – si apprende che sono circa 6 milioni e 700 mila gli italiani che hanno completato il ciclo di immunizzazione e, quindi, molto c’è ancora da fare, anche nel portare a conclusione la vaccinazione delle categorie prioritarie, come over 80, persone fragili, disabili, per le quali continuano a persistere differenze tra regioni. È fondamentale – conclude Testamento – che la strategia vaccinale sia improntata a un elevato grado di flessibilità, ma è anche importante che tale flessibilità coincida con la capacità di rispondere sempre e comunque sia a eventuali situazioni di imprevedibilità sia all’esigenza di garantire i soggetti più bisognosi, al fine di non ripetere l’errore fatto inizialmente di escludere alcune categorie particolarmente vulnerabili da quelle prioritarie, come le persone con disabilità e i caregiver, decisione che, purtroppo, in alcuni casi ha portato anche alla perdita di vite umane».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: