CRONACA – Incendio nei pressi della stazione, sospeso il traffico ferroviario

pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita

CAMPOMARINO – Il rogo si è sviluppato durante la notte nei pressi della stazione lungo la linea ferroviaria, bloccando i treni per alcune ore.

Con l’approssimarsi della stagione estiva e l’aumento delle temperature torna il problema degli incendi che negli ultimi anni hanno causato diverse difficoltà lungo la costa molisana e in particolare nel territorio di Campomarino, dove l’ampia vegetazione del lido e la pineta costituiscono un ambiente nel quale gli incendi possono essere molto pericolosi.

Nella notte appena trascorsa, un rogo si è esteso alle sterpaglie e al canneto in una scarpata della linea ferroviaria nei pressi della stazione della cittadina adriatica.

Le fiamme sono state alimentate dal forte vento che ha determinato l’estensione dell’incendio fino al lato opposto, causando l’espansione del fuoco che ha circondato parte della linea ferroviaria.

Si è reso necessario il blocco del traffico ferroviario dalle ore 22 fino alle ore 24 e il distacco dell’energia elettrica. Sul posto sono intervenuti i tecnici delle ferrovie e i Vigili del Fuoco di Termoli supportati dalla Squadra Vigili del Fuoco di Santa Croce di Magliano. Presenti anche i Carabinieri della Stazione di Campomarino.

L’incendio è stato domato alle 01.00 circa ed ha causato diversi disagi al traffico ferroviario e ai passeggeri, trattandosi di una linea molto trafficata ed interessata dal passaggio di un elevato numero di treni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: